Fisco, modelli e imposte ci costano 17 miliardi

Un conto salato dovuto alle complicazioni e ai continui aggiornamenti della macchina fiscale

Fisco, modelli e imposte ci costano 17 miliardi

La macchina del fisco ci costa 17 miliardi di euro. Il conto diviene salato a causa delle pratiche fiscali portate avanti dagli italiani in circa 12 mesi. Un altro dato inquietante che emerge da uno studio del Sole 24 Ore riguarda le giornate lavorative spese per gli adempimenti fiscali: 19,3 milioni. Un dato che fa capire quanto la pressione fiscale e la burocrazia tassarola possa essere un freno anche alla produttività. A sottrarre via tempo e denaro agli italiani sono soprattutto versamenti, comunicazioni e dichiarazioni. L'operazione fiscale più pesante è quella della dichiarazione dei redditi, soprattutto per quanto riguarda le società o gli enti. Il costo medio è di 695 euro e più tre ore e mezza di lavoro. Invece l'operazione fiscale meno onerosa è quella del pagamento dell'F24: per portarlo a termine bastano 21 euro e un quarto d'ora.

Poi bisogna considerare anche il versamento unificato. Nei primi quattro mesi dell'anno sono stati eseguiti 9,3 milioni su Entratel e quasi 500 mila su Fisconline. Gli esperti prevdono un boom di pagamenti online quando scatterà il pagamento di Unico, Imu e Tasi. Ma di fatto le norme complesse del Fisco italiano portano via denaro. Una sorta di tassa nascosta che viaggia tra i contenziosi fiscali che gli italiani fanno scattare soprattutto per l'interpretazione delle norme. Il fisco è sempre più un "mostro" che brucia le tasche degli italiani e adesso anche il loro tempo libero...

Commenti