I mutui puntano sul verde e i giovani

Tagli al tasso se migliora l'efficienza energetica della casa o non ci sono insoluti

I mutui puntano sul verde e i giovani

La politica da colomba scelta la scorsa settimana della Bce presieduta da Christine Lagarde (in foto) - con la promessa di tassi rasoterra e aiuti ancora a lungo per spingere la ripresa post Covid - promette di favorire lo sviluppo del mercato dei mutui, pur con qualche ritocco verso l'alto dei tassi atteso per l'autunno. Ecco perché questo appare un buon momento per accendere un finanziamento e soddisfare il desiderio di vivere in una casa di proprietà.

Secondo uno studio, il costo di un mutuo della durata di 25 anni su un trilocale di 90 metriquadri sottoscritto oggi nelle 10 principali città italiane consente comunque un risparmio medio del 40% rispetto allo stesso finanziamento richiesto nel 2010: a Roma il risparmio è del 45%, a Milano solo del 15% ma è l'unica realtà che ha visto crescere i prezzi delle abitazioni.

Vediamo alcune delle offerte disponibili sul mercato. Numerosi i mutui a tasso fisso a 30 anni sotto l'1,5%, come Casa tasso fisso last minute green di Banco Bpm: prevede il meccanismo «green factor», che offre un riduzione del tasso a fronte di un efficientamento energetico da realizzare lungo la vita del mutuo, indipendentemente dalla classe di partenza. Si risparmia lo 0,10% sul tasso contrattualizzato, dimostrando che l'immobile - una volta ristrutturato - ha guadagnato almeno 2 classi energetiche o ha risparmiato almeno il 30% dei consumi. Interessante poi Mutuo Giovani di Crédit Agricole Italia che permette fino a 36 anni di età di ottenere un finanziamento fino al 100% del valore dell'immobile con una durata fino a 30 anni, beneficiando delle detrazioni fiscali previste dal nuovo decreto governativo. Il target comprende tutti i lavoratori atipici, liberi professionisti e giovani laureati che muovono i primi passi nel mondo del lavoro. Prevista l'opzione «inizia con calma», con cui si comincia a pagare la prima rata dopo i primi 12 mesi, e «salta la rata», con cui si può posticipare il pagamento di una rata in caso di imprevisti.

Anche Mutuo Mediolanum Young è un prodotto innovativo e flessibile con durate fino a 30 anni, dedicato ai giovani sotto i 35 anni con un contratto di lavoro a tempo indeterminato. L'importo massimo è 300mila euro con uno spread a partire dallo 0,85%. È possibile saltare una o più rate fino a un massimo di 2 all'anno (6 per tutta la durata del mutuo). Oltre alle agevolazioni di legge, se alla fine di ogni periodo quinquennale del mutuo non ci sono rate insolute, scatta una riduzione dello spread di 0,15% che sarà applicata alla durata residua. Per proteggere il mutuo ci sono le polizze «Incendio e Scoppio» e «Mediolanum Polizza Protezione Mutuo» di Mediolanum Assicurazioni o con «Mediolanum Life Protection» di Mediolanum Vita.

Quanto alle due big del sistema, l'offerta di Intesa Sanpaolo fino al 30 giugno 2022 prevede Domus Giovani Under 36 e Mutui con garanzia Fondo di Garanzia Prima Casa. Il primo, di durata fino a 40 anni, è dedicato ai giovani fino a 36 anni, offre una copertura fino al 100% del valore dell'immobile con la possibilità di rimborsare nei primi 10 anni solo la quota interessi. Possibile poi l'esenzione dell'imposta sostitutiva. Quanto ai mutui con garanzia Fondo di Garanzia Prima Casa prevedono tassi «estremamente competitivi»; azzeramento delle spese d'istruttoria, incasso rata e del costo opzioni contrattuali. Finanzia fino al 100% del valore dell'immobile.

Unicredit punta invece su Mutuo Unicredit Tasso Fisso che, a partire dal 24esimo mese, offre i servizi Taglia Rata (per sospendere il pagamento della quota capitale fino a un massimo di 12 mesi), Riduci Rata (per allungare il piano dei pagamenti fino a 48 mesi) e Sposta Rata (per slittare in avanti il piano dei pagamenti fino a tre mesi).

Commenti