Manovra, aumenta il prelievo sulle vincite ai giochi

Individuati cinque scaglioni di vincita e tassazione a partire dalla soglia attuale di 500 euro: esclusi i giochi numerici a quota fissa

L'ultima bozza del dl Fisco allo studio del governo prevede un aumento sulle vincite ai giochi introducendo un sistema di cinque scaglioni a partire dalla soglia attuale di 500 euro, su cui si applicano aliquote crescenti dal 15% al 25%. È questo quanto emerge dai recenti dettagli relativi alla manovra.

Gli scaglioni

Nello specifico si fa riferimento a videolottery, lotterie nazionali e ad estrazione istantanea (Gratta&Vinci) e da giochi numerici a totalizzatore nazionale (come il SuperEnalotto): la decorrenza della norma è fissata al 1 maggio 2020 al fine di consentire i necessari adeguamenti tecnologici dei sistemi di gioco.

In particolare le aliquote applicate per scaglioni saranno le seguenti: per vincite oltre 500 euro e fino a 1.000 euro, l'aliquota è del 15%; oltre 1.000 euro e fino a 10mila euro, è del 18%; oltre 10mila euro e fino a 50mila euro, è 21%; oltre 50mila euro e fino a 10 milioni di euro, è al 23%; oltre 10 milioni è al 25%.

Nella relazione illustrativa si legge però che dalla norma restano esclusi i giochi numerici a quota fissa (Lotto, 10&Lotto e Millionday) poiché "le aliquote previste per le vincite relative a tali giochi (peraltro, quella del 10&Lotto è aumentata con il dl n. 4/2019) trovano applicazione per qualsiasi importo" e dunque contribuiscono "al gettito totale di questo prelievo per circa il 70%".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di cape code

cape code

Mar, 15/10/2019 - 18:10

E via...adesso tolgono e tassano anche i sogni...

Royfree

Mar, 15/10/2019 - 18:12

Sui soldi giocati per i concorsi non solo sono già tassati ma ci mangiano e guadagnano migliaia di persone. Mettere ulteriori tasse è una vera estorsione. Stato criminale, peggio dei peggiori mafiosi. La gente dovrebbe smettere immediatamente di giocare e far fallire tutti questi miserabili.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 15/10/2019 - 18:14

bravi! non volevate aumento delle tasse? ora i babbei comunisti e grulli ci dicano se queste tasse aumentate le ha fatte la sinistra o berlusconi????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????? dicano, i lor signori qui presenti :-)

Ritratto di JK640

JK640

Mar, 15/10/2019 - 18:26

Più scemo chi regala soldi allo Stato per giocare e poi gliene regala altri se vince qualcosa.

morabito957

Mar, 15/10/2019 - 18:33

basta non giocare cosi il governo guadagna di più.

Catone56

Mar, 15/10/2019 - 18:49

Ci tassano anche i sogni...ci facciano almeno detrarre gli incubi.

cgf

Mar, 15/10/2019 - 19:49

Complimenti il NUOVO totocalcio, giocheranno sempre in meno, proprio vero che l'uccellino ingordo è sempre morto di fame. Però a differenza del totocalcio, chi gestisce il Superenalotto è un'entità privata, non è esclusa rivalsa e risarcimento danni. Succede quando si pensa, da perfetti comustoidi, di gestire l'altrui proprietà e/o rendita come fosse cosa propria, nettamente in contrarietà alle Leggi di mercato a cui per...bla...bla...bla... anche i governi debbono sottostare

Massimo Bernieri

Mar, 15/10/2019 - 19:54

Vorrei io uno scippo una volta all'anno su ogni mia vincita piuttosto che lo scippo sulle pensioni.Oramai questo giornale sembra l'Unità dei tempi d'oro dove tutto il male era il capitalismo la NATO la DC ecc.

mich123

Mar, 15/10/2019 - 21:32

Una vincita di 500 é tassabile. Allora le somme spese in quel gioco dovrebbero essere deducibili.

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Mar, 15/10/2019 - 21:49

Come si fa a fidarsi di uno Stato che continuamente, pervicacemente, in qualsiasi campo o settore della vita quotidiana, cambia le regole minando così la fiducia dei cittadini trattati alla stregua di sudditi? E poi i soloni della politica e dell'economia si chiedono perché gli italiani non spendono, non investono, non rischiano i loro sudati, risicati risparmi. La risposta è tanto semplice quanto banale: non si fidano. Non si fidano e non hanno nessuna fiducia in uno Stato vampiro.

robik51

Mar, 15/10/2019 - 22:30

Non giochiamo più così si attaccano al c@@@o

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 16/10/2019 - 08:44

come si dice:il banco vince sempre e se c'è ,come in itaglia,uno sgoverno biscazziere....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 16/10/2019 - 09:33

Non penso che lo facciano, troppi poveri ci giocano. Vuoi che colpiscano i poveri? Nooooo! Solo la classe media, quella che già paga molto.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 16/10/2019 - 09:36

Conoscevo una signora che percepiva 250euro di pensione sociale, euro più o euro meno, ne giocava 20 euro a settimana. Ogni tanto vinceva somme irrisorie. Sono queste le persone ricche che vorrebbero colpire?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 16/10/2019 - 09:39

I nostri guadagni sono come quelle macchinette al luna park, dove c'era una ruspa che andava avanti e indietro, voi mettevate i soldi e cadevano quasi tutti di lato e pochissimi verso di voi. Ecco, i lati sono lo Stato.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 16/10/2019 - 09:45

Io gioco in borsa. Già paghi una tassa, solo averli sul dossier titoli, senza sapere se guadagno o ci perdo, poi il 26% di tasse se vinci e metteteci pure un se, non parliamo dei bolli. Poi senza tenere conto che ogni giorno ti mnacciano che te li possono "sequestrare" e non vederli mai più. E tu fai i progetti per le vacanze, per un evento, per sostituire l'auto vecchia e non puoi mai farci affidamento.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 16/10/2019 - 09:47

Nno resta che tassare l'aria: coraggio governo, indici un controllo spirometrico di tutti i cittadini così potrai agire di conseguenza.