Melegatti, tribunale di Verona dichiara fallimento

Il tribunale di Verona ha dichiarato fallita la Melegatti, la storica azienda dolciaria famosa per il pandoro in crisi ormai da mesi

Parola fine per lo storico marchio dolciario di Verona, famoso per il pandoro. Il tribunale di Verona ha dichiarato fallita la Melegatti. A nulla sono serviti i numerosi tentativi di salvataggio per cercare di tenere in piedi l'azienda e rilanciarla. Fra dipendenti e stagionali Melegatti dava lavoro a circa 350 persone. "La sentenza sarà pubblica da domani - spiega Paola Salvi, segretaria della Flai Cgil di Verona - sono stati nominati i medesimi commissari fallimentari, perché dopo una vicenda così lunga e contorta c’è bisogno di avere una memoria di tutta la procedura. Ai tre precedenti commissari se ne è aggiunto un altro. A breve ci convocheranno per decidere la linea e per capire che percorso fare per cercare di tenere insieme l’azienda ed evitare lo spezzatino. Bisogna capire se ci sono le risorse economiche e la possibilità di andare avanti con una minima produzione e pagare gli stipendi", ha aggiunto la sindacalista.

Si apre ora dunque una nuova fase in cui sia gli interessati che si erano palesati in questi mesi, come la trevigiana Hausbrandt o l’ultimo arrivato, il fondo De Shaw, si confronteranno con i commissari, ma sono diversi i soggetti potenzialmente interessati che fino ad ora sono stati alla finestra e che potrebbero farsi avanti visto il fallimento e il conseguente minor valore dell’azienda, che andrà al miglior offerente.

"Si spera che non sia il migliore solo dal punto di vista economico - conclude Salvi - ma che abbia anche un piano industriale che dia continuità, tenendo conto di tutti questi aspetti per salvare questa azienda".

Commenti

cgf

Mar, 29/05/2018 - 18:22

Peccato... ERA una bella azienda... era, once upon a time

gianfran41

Mar, 29/05/2018 - 18:32

Che pessima notizia. La Melegatti un'azienda storica che ha dato lustro a Verona. Mi dispiace moltissimo!

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Mar, 29/05/2018 - 18:56

Scusate, ma qualche mese fa non si era fatto vivo l'onnipresente imprenditore di sinistra Illy, dichiarando che rilevava la Melegatti e riscuotendo l'adorante entusiasmo degli intervistatori, inviati di gran carriera a Trieste dai giornaloni di regime? In base a quanto aveva scritto il "Corriere" incensando Illy, mi sarei aspettato che dopo cinque mesi di trattamento questa fabbrica stesse per superare il fatturato di Fiat Chrysler.

Massimo Bernieri

Mar, 29/05/2018 - 19:01

Mi pare sia finita in questo modo non per mancanza di lavoro ma per litigi tra le due famiglie che la controllavano.Ancora peggio.

aldoroma

Mar, 29/05/2018 - 19:17

una grande azienda peccato....

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 29/05/2018 - 19:37

Calenda, Camusso e comunisti vari non hanno fatto il miracolo, chissà perché?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 29/05/2018 - 20:16

nei supermercati non è che l'ho vito il panettone ed il pandoro Melegatti. Non è che sono ricattati? O me lo dai per un euro o niente.

uberalles

Mar, 29/05/2018 - 23:39

Quindi i sindacalisti rinunceranno ad una parte del loro compenso, di per sé già misero, per aiutare i compagni rimasti senza lavoro? Cipperimerlo!!

Popi46

Mer, 30/05/2018 - 06:02

Fra fallimenti e delocalizzazioni andiamo proprio alla grande, prima o poi ci verrà finalmente riconosciuto un primato nel mondo! Proprio come il Venezuela.....

pisopepe

Mer, 30/05/2018 - 07:50

E NON SARA L'UNICA CON LEGA E 5STELLE AL GOVERNO AUGURI IMPRENDITORI ITALIANI