La Moda ha perso 25 miliardi di fatturato

Il fatturato del settore italiano della moda nel 2020 è calato del 26% rispetto al 2019, attestandosi a 72,5 miliardi di euro

La Moda ha perso 25 miliardi di fatturato

Il fatturato del settore italiano della moda nel 2020 è calato del 26% rispetto al 2019, attestandosi a 72,5 miliardi di euro. È quanto emerge dall'analisi di Confindustria Moda, la federazione che riunisce le associazioni dei settori tessile, moda e accessorio. «Anche se il bilancio è risultato migliore di quanto ci attendessimo all'inizio della pandemia, la situazione del comparto rimane drammatica: 25-26 miliardi di euro di fatturato mancano all'appello», ha commentato il presidente di Confindustria Moda, Cirillo Marcolin (in foto). Il campione di aziende preso in considerazione dall'analisi ha tenuto conto di oltre 300 società su tutto il territorio italiano. Nel quarto trimestre 2020 la contrazione media del fatturato è stata dell'ordine del -20%. Marcolin ha sottolineato che il settore moda ha registrato la frenata del fatturato più consistente dopo il comparto del turismo. Tanto è vero che ha fatto un massiccio uso degli ammortizzatori sociali, che prevedibilmente rimarrà anche nel 2021. D'altra part,e il comparto ha tenuto sul fronte della bilancia commerciale, con un saldo pari a 17,4 miliardi di euro, confermandosi il primo contributore fra le «tre F» (fashion, food, furniture) che hanno reso il Made in Italy un'eccellenza in tutto il mondo. Quanto al futuro, per Marcolin occorrerà attendere il 2023 per tornare ai livelli pre-crisi. D'altra parte, secondo il campione intervistato, il trend dei primi tre mesi del 2021 si profila in linea con quello di fine 2020, con un calo previsto del fatturato attorno al -18,4 per cento. Per il secondo trimestre del 2021, invece, è attesa un'ulteriore attenuazione della flessione, con un calo stimato attorno al -10%. Il vero e proprio recupero è invece previsto a partire dal terzo trimestre.

Commenti