Nasce la nuova Lottomatica. Operazione da 950 milioni

Sarà il primo player nel settore del gioco legale

Nasce la nuova Lottomatica. Operazione da 950 milioni

Si conclude l'acquisizione del 100% della partecipazione detenuta da International Game Technology (Igt) in Lottomatica Scommesse e Lottomatica Videolot Rete, primari operatori nel mercato italiano dell'online, delle scommesse sportive e delle gaming machines, da parte di Gamenet Group che cambia il suo nome in nuova Lottomatica. L'operazione ha portato alla nascita del primo operatore italiano nel settore del gioco legale in Italia che ha deciso di cambiare nome in Lottomatica avendo acquisitoda Igt lo storico marchio. Con circa 1,6 miliardi di ricavi e 22 miliardi di raccolta nel 2019 su base aggregata, la nuova Lottomatica diventa il primo player nel mercato regolamentato italiano del gioco. Il nuovo gruppo può contare su circa 800mila giocatori online, una rete in franchising di 3.000 punti scommesse, 1.400 sale giochi, 13.600 tabaccherie e bar, circa 120 sale da gioco di proprietà e può contare sulle competenze di 1.150 dipendenti. Oltre ad altri 16mila lavoratori in franchising.

L'operazione da 950 milioni di euro, servirà a rimpolpare le casse vuote del gruppo Igt che lo scorso anno aveva totalizzato una perdita netta di oltre 932 milioni di euro con un debito pari a 7,1 miliardi. «Con questa acquisizione acceleriamo notevolmente i nostri piani per il mercato italiano. Il fondoApollo continuerà a sostenere la strategia di crescita di Gamenet Group, mantenendo sempre un approccio disciplinato alla gestione della leva finanziaria», ha detto Andrea Moneta, Presidente di Gamenet Group e senior advisor di Apollo Management International che, attraverso Gamma Bidco, controlla Gamenet Group.

Soddisfatto anche Guglielmo Angelozzi (nella foto) ad della nuova Lottomatica. «Questa operazione proietta il nostro gruppo tra i principali operatori del settore in Europa. Le nostre priorità, ora, sono l'integrazione rapida di tutti i nostri asset e l'espansione in nuovi mercati geografici. Crediamo fermamente che con le nostre competenze, la nostra tecnologia, la forza finanziaria del nostro gruppo ed il supporto di Apollo, saremo in grado di diversificare efficacemente in nuovi mercati, cogliendo significative opportunità di crescita».

Commenti