Next Mobility, in Fiera Milano il trasporto pubblico del futuro

Dal 12 al 14 ottobre 2022 la prima manifestazione di sistema dedicata alla mobilità collettiva su gomma. Al centro le grandi sfide della transizione ecologica fra sostenibilità e Pnrr

Next Mobility, in Fiera Milano il trasporto pubblico del futuro

Next Mobility Exhibition 2022, la prima edizione della biennale dedicata alla mobilità collettiva del futuro che si svolgerà a Fiera Milano (Rho) dal 12 al 14 ottobre ha “acceso i motori” ed è partito il confronto con i maggiori produttori di autobus che, con le loro proposte rappresenteranno l’anima della manifestazione. Infatti, grazie al supporto delle più importanti realtà associative - AGENS (Agenzie Confederale dei Trasporti e dei Servizi), ANAV (Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori) e ASSTRA (Associazione Trasporti) –, sono stati definiti i focus e i contenuti della proposta espositiva.

Nato come prima tappa di un progetto innovativo dedicato all’Ecosistema della mobilità e pronto ad evolvere in relazione alle grandi innovazioni e alle trasformazioni imposte dal processo di transizione tecnologica, Next Mobility Exhibition 2022 presenterà l’offerta dell’intera filiera del trasporto collettivo su gomma. Obiettivo ambizioso che si colloca in una location, Milano, che rappresenta un benchmark per il settore perché è la sesta città al mondo in tema di mobilità green e una delle prime città italiane ad essersi dotata di un Piano Urbano di Mobilità Sostenibile.

Questo in un contesto che riconosce al Trasporto Pubblico Locale un ruolo sempre più strategico in un Sistema di Mobilità, che - anche in funzione del Pnrr - si sta rimodellando in chiave smart, integrata e sostenibile. Lo stesso piano di recovery, in quest’ottica ha destinato 2,42 miliardi di euro per il rinnovo dei mezzi del Traporto pubblico locale, ai quali si aggiungono 600 milioni di euro previsti dal Fondo Complementare fino al 2026. Per questo il tema della sostenibilità sarà centrale per la manifestazione,che disegnerà la mobilità del futuro guardando alla riduzione delle emissioni e all’adeguamento dei mezzi ai più alti standard oggi previsti.

IL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

Il Comitato tecnico scientifico sarà il motore della tre giorni milanese. Insieme ad AGENS, ANAV e ASSTRA - che insieme rappresentano il 95% del mercato del nostro Paese – e a Fiera Milano, rispettivamente promotori e organizzatore dell’appuntamento fieristico, sono diverse le realtà associative, accademiche e istituzionali del comparto del trasporto pubblico che hanno già confermato la loro adesione.
Sul fronte associativo internazionale faranno parte del CTS UITP- International Association of Public Transport, rappresentata da Umberto Guida (Senior Director - Knowledge & Innovation) e IRU - World road transport organisation, nella persona di Aldo Celasco (Senior Manager - Technical Affairs); Sono rappresentati anche due Dicasteri, grazie ad Angelo Mautone (Direttore Generale per il Trasporto Pubblico Locale e Regionale del Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili) e a Lorenzo Quinzi, segretario generale del Ministero del Turismo.
Il Comitato è presieduto dal professor Pierluigi Coppola, coordinatore del Progetto Air Urban Mobility del Politecnico di Milano e ne fanno parte il professor Olivero Baccelli dell’Università Bocconi, il professor Fabrizio Zerbini direttore scientifico MobiUS Lab della SDA Bocconi e il professor Marcello Martinez dell’Università degli Studi della Campania. Rappresentata anche Trenord con il presidente Federica Santini.

Le Regioni, hanno un ruolo centrale nel sistema del trasporto pubblico ed è per questo che al tavolo del Comitato Tecnico Scientificosarà presente Luca Cascone della Commissione Studi sui Trasporti del Ministero delle Infrastrutture e del Trasporti, in rappresentanza della Conferenza Regioni e Province Autonome.
Sul fronte associativo presenti diverse realtà che rappresentano legate al tema della transizione energetica: Federmetano, Motus-e, Enea, Unem e H2IT (Associazione italiana per l'idrogeno e celle combustibile). Una scelta di sistema che permetterà di costruire un progetto condiviso in grado di rispondere in maniera proattiva alle esigenze di cambiamento che impone la grande sfida della transizione energetica.

FOCUS E CONTENUTI

Next Mobility Exhibition sarà un momento espositivo, ma anche un’occasione unica di confronto su mezzi, soluzioni e politiche per un sistema di mobilità collettiva sostenibile. con programma di convegni che sarà aperto da un evento che metterà a confronto tutte le associazioni europee del settore, per tracciare le linee guida di uno scenario condiviso.
La transizione energetica sarà naturalmente uno dei temi chiave dei convegni a soli tre anni dallo switch off per le flotte del trasporto pubblico locale e analizzerà come cambierà, oltre a fotografare lo stato dell’arte del mercato e le potenzialità legate alle alimentazioni più green: gas, idrogeno, elettrico.
Next Mobility Exhibition accoglierà anche l’edizione 2022 del Mobility Award, che premierà la miglior azienda di trasporto italiana. Inoltre verrà presentato il Rapporto sul trasporto commerciale con autobus realizzato da Traspol – Laboratorio di Politica dei Trasporti del Politecnico di Milano, che delineerà lo scenario che si è venuto a creare dopo il biennio “horribilis” della pandemia e porrà le questioni centrali per la ripresa e lo sviluppo di un settore con 6.000 aziende e 30.000 addetti e che nel suo complesso sviluppava, prima del Covid, un fatturato annuo di oltre 2,5 miliardi di euro.
Si affronterà anche il tema lunga percorrenza con la presentazione di un rapporto del Politecnico di Milano con un particolare focus su prezzi, passeggeri trasportati. Non mancheranno case history e approfondimenti su temi importanti come la sicurezza e la bigliettazione.

È online nextmobilityexhibition.com, il sito della manifestazione: grafica accattivante, forte interattività e spazio ai contenuti dell’appuntamento che si terrà a Fiera Milano (Rho) dal 12 al 14 ottobre 2022.

Commenti