Cronache

Nuovo codice della strada, Grimoldi: "Aumentano rischi incidente"

Il nuovo codice della strada prevede la possibilità per le biciclette di andare contromano. E gli scooter a tre ruote potranno solcare le nostre autostrade

Nuovo codice della strada, Grimoldi: "Aumentano rischi incidente"

Il nuovo codice della strada spariglia le carte. Biciclette contromano e scooter in autostrada sono le misure che preoccupano i più scettici. Queste regole non convincono il centrodestra che sale sulle barricate. Neppure gli esperti sono tutti d’accordo nel promuovere le novità introdotte con il dl Semplificazioni. In soldoni, non ci sono prove che gli incidenti stradali caleranno a seguito dell’introduzione di questa legge fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle. Verranno inserite importanti novità per bici, e-bike e monopattini elettrici. A riguardo, è impossibile non citare la nuova tipologia di strada dove le automobili potranno viaggiare a velocità limitata (max 30 km/h), ma con priorità e precedenza alla bicicletta e ponendo la massima attenzione.

Sarà possibile prevedere il doppio senso ciclabile nelle strade a senso unico per le auto, solo dove lo decide il comune. Realizzando sul lato sinistro della strada a senso unico, anche in presenza di sosta, una corsia ciclabile segnata con linea tratteggiata e simbolo delle biciclette che permette di andare in un senso insieme alle auto e nell’altro in corsia ciclabile. Questo in teoria permetterà di semplificare i percorsi nei quartieri e nelle Zone 30, favorendo i percorsi lineari per le bici, ma in sicurezza.

Poi nel nuovo codice della strada si prevede una corsia ciclabile, delimitata da linea bianca tratteggiata e con il simbolo della bicicletta, destinata alle bici, ma valicabile dalle auto. Infine, le bici e i monopattini potranno accedere nelle strade riservate ai mezzi pubblici, se larghe almeno 4,3 metri. Le novità non finiscono qui. Il conducente di un’auto rischia multa e punti patente se il passeggero è senza cintura di sicurezza: minimo 83 euro di sanzione e decurtazione di 5 punti della patente. In arrivo una nuova classificazione delle strade che prevede l’introduzione di quelle senza traffico a basso traffico, con limite massimo di 30 chilometri orari (come abbiamo scritto) e ad alta densità ciclistica.

Ammesso, poi, l’accesso in autostrada e lungo le tangenziali alle moto elettriche che abbiano almeno 11 kW di potenza e guidate da maggiorenni con almeno 2 anni di patente. La cilindrata minima delle motociclette e degli scooter ammessi sulle arterie di circolazione scende a 120 cc. Nascosta all’interno delle lenzuolate normative del dl Semplificazione c’è, insomma, un’ampia modifica all’attuale codice della strada che fa rabbrividire, pensando alle concrete conseguenze che potrà avere nell’impatto con la realtà del traffico quotidiano.

"Le biciclette potranno andare contromano, mentre gli scooter a tre ruote potranno andare in autostrada. Ognuno tragga le sue conseguenze. La furia ideologica dei Cinque Stelle nemici delle infrastrutture, dei trasporti su gomma e degli automobilisti ha partorito norme che aumenteranno inevitabilmente incidenti e feriti. Non bastava la follia dei monopattini immessi sulle strade senza regole, senza casco, senza limiti, senza una conoscenza della segnaletica da parte di chi li utilizza. Quest’estate abbiamo riempito i pronto soccorso grazie alle cadute dai monopattini: ora vogliamo riempire i cimiteri mettendo gli scooter in autostrada e facendo andare in contromano i ciclisti?", si chiede Paolo Grimoldi, deputato della Lega e segretario della Lega Lombarda Salvini Premier.

Commenti