Non pagate più con i contanti? Scatta la "trappola" del governo

Previsto un bonus fino a 300 euro l’anno per chi si appresta a fare spesa pagando con la carta di credito o bancomat. Ma ciò non vale per gli acquisti via web

Ok ai pagamenti con carta. Ma attenti alle "eccezioni". Il governo lavora a un programma di misure che stenderanno al tappeto l’evasione. O, almeno, è quello che si dice neppure troppo velatamente tra le stanze del potere. "Ce lo chiede l’Europa", ripetono tra i corridoi di Palazzo Chigi. E così, il premier Giuseppe Conte, e i suoi ministri (in primis il capo del Mef, Roberto Gualtieri) sono all’opera per la grande riforma: il piano cashback. Già annunciato mesi fa in piena pandemia.

Sarebbe la madre di tutte le battaglie fiscali. E un’operazione incentrata su un punto fondamentale: dimostrare di avere credibilità a livello internazionale. Proprio ora che i burocrati di Bruxelles si preparano ad accordare al nostro Paese 209 miliardi del Recovery Fund tra prestiti e finanziamenti a fondo perduto. L’evasione fiscale, per molti, è il grande problema dell’Italia con i suoi 109 miliardi di euro all’anno. Tanto costa alle casse dello Stato il sommerso.

Così, i giallorossi intendono riconoscere un bonus a tutti i consumatori che acquisteranno dal primo dicembre con carte di credito e bancomat: fino a 300 euro all’anno per spese documentare fino a 3mila euro. Si tratta del piano cashback allo studio del ministero dell’Economia in stretto contatto con il presidente del Consiglio. Ma c'è qualcosa che non torna. Nell’operazione sembrano essere state per ora escluse le spese online, modalità in cui pagare con carta o bancomat rappresenta l’unica soluzione possibile.

A tal proposito c’è una piccola riflessione da fare. Se l’obiettivo è incentivare gli acquisti con carta, l’aver escluso i pagamenti online dal rimborso appare davvero difficile da comprendere. Un paradosso. Per avere il 10% su una spesa di almeno 3mila euro i consumatori non potranno fare affidamento sulle spese fatte via web. Ma non è escluso che il governo intervenga per correggere l’anomalia.

Conte in persona, negli ultimi giorni, avrebbe chiesto agli operatori di settore un nuovo impulso all’adeguamento tecnologico. Un passaggio obbligato per mandare in soffitta il denaro contante. Per far dialogare il sistema dei pagamenti con le amministrazioni dello Stato serve però un passo decisivo: la rendicontazione delle transazioni attraverso sia la piattaforma PagoPa, sia quelle bancarie, e il trasferimento delle informazioni all’Agenzia delle entrate. Tuttavia, prima di mettere in campo il provvedimento, servirà l’ok del garante della privacy e della Corte dei Conti. Cosa non da poco.

Oltre alla soglia di spesa, sarebbe previsto - secondo quanto riportato dal Corriere della Sera - un limite minimo di operazioni, per incentivare l’uso della moneta elettronica anche per piccoli acquisti. Tendenza fortemente criticata dai commercianti che lamentano commissioni troppo alte. Il piano per la riduzione dell’uso dei contanti prevederebbe, poi, un credito d’imposta per le commissioni pagate dai piccoli esercenti in vigore dal primo luglio scorso, detrazioni fiscali solo per prestazioni pagate con moneta elettronica e un’esenzione fiscale per chi usa buoni pasto elettronici, oltre all’abbassamento, del tetto del cash che nel 2022 scenderà ad appena mille euro.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

AlvinS83

Gio, 10/09/2020 - 14:10

Il governo deve finirla

Popi46

Gio, 10/09/2020 - 14:15

Se io non pago le tasse là dove posso,significa che trovo il balzello iniquo data la sproporzione tra quanto versato e la quantità e qualità di servizi ricevuti..... Imparasse questo Stato ad essere meno famelico e più responsabile. Sarebbe più rispettato

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 10/09/2020 - 14:25

"Se l’obiettivo è incentivare gli acquisti con carta, l’aver escluso i pagamenti online dal rimborso appare davvero difficile da comprendere." ... ci siete o ci fate? Ma perché mai lo Stato dovrebbe incentivare quei pagamenti che FISIOLOGICAMENTE possono essere fatti solo in elettronico?

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Gio, 10/09/2020 - 14:33

Se uno paga col bancomat ha un cashback (cioè in qualche modo oscuro in futuro gli ritorneranno) del 10% ma solo fino a 300 €; se uno paga in contanti e froda l'IVA scansa subito il 22% di tutto. Occorre aggiungere altro?

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 10/09/2020 - 14:41

pagherò' tutto con le monetine se vogliono o non pago e STOP.

Ritratto di Arminius

Arminius

Gio, 10/09/2020 - 15:30

"L’evasione fiscale, per molti, è il grande problema dell’Italia..." No, il grande problema dell'Italia non è l'evasione o l'elusione, ma lo Stato sprecone e spendaccione.

Massimo Bernieri

Gio, 10/09/2020 - 15:38

Se pago tutto con bancomat a fine anno mi troverò a fine anno con qualche centinaio di € di costo per rigo su e/c perchè dopo un tot di operazioni in franchigia poi 1,00 € a rigo.Per chi dice"nel mio conto operazioni a costo illimitato.."vedrete se ci sarà questa legge.Si adegueranno le banche poi la perdita di tempo(io lo faccio) a controllare corrispondenza scontrini con quanto addebitato sul c/c.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 10/09/2020 - 15:40

@98NARE Se la cosa la diverte è liberissimo di farlo, mi sfugge a chi vorrebbe fare dispetto ma magari nella sua mente c'è un disegno che non comprendo. Temo però che ad applicare sistematicamente la soluzione proposta si prenderà un po' di vaff.... se le va bene e di legnate se le va male ... ma faccia come suggeriva Virgilio a Dante e rispetto al mio dire "guardi e passi e più non dimandi" e piuttosto stasera vada a farsi una lauta cena al ristorante e, a sua scelta, si presenti col calzino pieno di spiccioli oppure, meglio ancora, mangi a sazietà e poi provi a scappare ...

Massimo Bernieri

Gio, 10/09/2020 - 15:40

Resistiamo sino al 2013 poi come dice il Giornale dai sondaggi..cambierà tutto e il nuovo governo casserà queste e altre leggi ? O no !

Ritratto di DuduNakamura

DuduNakamura

Gio, 10/09/2020 - 16:53

Un cashback del 10% è inusitato. Al massimo potrà essere dell' 1%. Sono gli annunci fatti dai "Dilettanti allo sbaraglio" per i gonzi.

sarascemo

Gio, 10/09/2020 - 16:57

El Presidente Gio, 10/09/2020 - 14:25 i pagamenti online sono già tracciabili. Resta preoccupante il controllo minuto della quotidianità, degli orientamenti politici nella lettura dei quotidiani e della privacy in generale. Sono i prodromi di una dittatura, che al momento è soft, ma che può degenerare. La pillola mediatica della lotta all' evasione catalizza le cause del disatro economico sull' evasione fiscale, che a mio avviso ne è invece effetto. Pagare con carta o bancomat non sarebbe la fine del mondo, se non vi fossero questi presupposti. Vorrei capire come saranno gestiti i miliardi di dati, se i server INPS sono saltati per soli 4 mln di richieste di bonus...il 5G ci salverà,ma chi ci salverà dal M5S?

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 10/09/2020 - 17:02

El Presidente Gio, 10/09/2020 - 14:25,arca di scienza guarda che online si compra e si può pagare anche contrassegno cioè assegno o contante nei termini di legge!!alutammo

cgf

Gio, 10/09/2020 - 17:14

sto aspettando un pacco dalla Cina, so già che dovrò pagare 7.50 di spese doganali, chissà se il postino ha il POS, vorrei pagare col bancomat

cgf

Gio, 10/09/2020 - 17:18

@sarascemo Gio, 10/09/2020 - 16:57 i pagamenti on line sono tracciabili come, ma forse meno, di quelli col POS. Le emettitrici di C/C devono rendicontare all'Agenzia delle Entrate tutti i movimenti, anche quelli da 0,30 euro. Questo sono oramai anni che avviene. Un pagamento on line tramite con una carta estera, ad esempio dollari con un conto negli USA, questo non è rendicontato all'AdE, quindi non tracciato.

sarascemo

Gio, 10/09/2020 - 17:32

bandog Gio, 10/09/2020 - 17:02 non vorrei gettarla nel più sprofondo dell' ansia, ma con il contrassegno occorre fornire comunque i propri dati personali, che saranno registrati dalla banca del fornitore, con tanto del suo codice fiscale. SE si riferisce ai siti di vendita, in alcuni casi si è obbligati a sottoscrivere un contratto con un sistema di pagamento (taccio sui nomi) e agganciarlo ad un conto bancario con cui si può risalire alla sua identità in caso di indagine. Non sono partite ancora indagini fiscali con oggetto vendite di beni usati privati, ma se volessero sarebbe una "paranza".

sarascemo

Gio, 10/09/2020 - 17:40

cgf Gio, 10/09/2020 - 17:14 le spese doganali dalla Cina sono pagate solo in base alle caratteristiche merceologiche e all' importo dichiarato spedito. Con sail shipping si paga praticamente una bazza, i tempi sono lunghi e spesso non arriva quanto richiesto. Di solito il dazio lo paga direttamente lo spedizioniere e comunque un pacco da Milano alla Sicilia occidentale costa almeno 9 € e alle poste ti avvisano che l' esito della consegna è incerto, provare per credere, io provato!

sarascemo

Gio, 10/09/2020 - 17:49

cgf Gio, 10/09/2020 - 17:18 per pagare con carta di credito straniera il commerciante deve aderire alla procedura Dynamic Currency Conversion, che comunque può gravare almeno del 10% con una doppia transazione. I dati confluiscono sui server degli intermediari bancari italiani (?), è sicuro sicuro che GdF non lo sappia?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 10/09/2020 - 18:07

@Massimo Bernieri Ma lei dove se l'è fatto il conto corrente? Alla banca della Banda Bassotti?

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 10/09/2020 - 18:16

sarascemoGio, 10/09/2020 - 17:32,non me ne f..rega della tracciabilità, VOGLIO pagare anche in contanti senza essere obbligato da uno sgoverno che sa perfino quante volte espleto le mie funzioni corporali nella giornata!!!

jaguar

Gio, 10/09/2020 - 18:19

Logicamente se lo stato di da un bonus fino a 300 euro, te ne fregherà almeno 600 in altri modi.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 10/09/2020 - 18:50

Che furbi! Io uso la carta di credito poco e quel poco solo per acquisti via web.. Annate a ff'a 'n bicchiere, su..

cgf

Gio, 10/09/2020 - 18:55

NB io ho risposto a quello delle 16:57 vale a dire: i pagamenti online sono già tracciabili. Quindi c'entra nulla il POS ed altro descritto nell'articolo. Attento alle unghie, sugli specchi scivolano, riconfermo 100%

flip

Ven, 11/09/2020 - 10:50

nON NEGO CHE NON CI SIA EVASIONE FISCALE MA LE CIFRE RIPORtate dal otidiano devono essere dimostrate con numeri e fatti precisi!

Bobby_Tables

Ven, 11/09/2020 - 10:57

A parte il titolo clamorosamente partigiano (quale sarebbe la "trappola" in una direttiva che ti fa riavere parte dei soldi spesi? Se anche si applica solo a certe situazioni, il cittadino ci guadagna comunque). A parte quello, dicevo, l'obiettivo è di incentivare l'uso della carta, quindi è giusto focalizzarsi sui pagamenti fisici. Inoltre ricordiamoci che la parte del leone nei pagamenti online la fanno le multinazionali tipo Amazon, che sostanzialmente sottraggono soldi all'Italia ed agli italiani: davvero vorreste incentivare loro piuttosto che il fruttivendolo sotto casa?

flip

Ven, 11/09/2020 - 11:02

AMMINUS. DEVONO DIMOSTRARE QUANTO AMMONTA L'EVASIONE FISCALE E COME E DA DOVE TIRANO FUPRI I DATI. NON NEGO CHE NON CI SIA EVASIONE FISCALE MA NON NEI VOLUMI CHE SUPPONDONO!. lA LEGGE SULL'IVA SI PRESTA MOLTO AL DUBBIO....... sE POI UNO E IGNORANTE E (NON CONOSCE LA MATERIA FISCALE SULL'IVAA), L'EQUIVOCO E' PROPRIO SOTTO IL NASO! .

flip

Ven, 11/09/2020 - 11:09

Il governo !studia??????????! ma conoscono la legge sull'iva da loro stessi emanata???????????? Personalmente credo siano una manica di imbecilli e sono pronTo a dimostrarlo!!!!!!!!!!!!

Italia_libera

Ven, 11/09/2020 - 12:10

Ancora con questi bonussssssssssssss! Ma fatela finita di guardare nelle tasche di tutti i cittadini! Governo dei "Dpcm" Un controllo che rende noi schiavi di questo governo che non ci appartiene nella gran maggioranza degli italiani! E' anticostituzionale! Dove sono i difensori della libertà' degli italiani?