Avete già prelevato questi soldi? Ora scatta l'inferno dei controlli

L'Unità di informazione finanziaria fa scattare i controlli quando un privato cittadino supera un prelievo di 10mila euro mensili, anche se frazionato. Ecco cosa dice la nuova riforma del 2019

Se è vero che, fra utenti privati, è ancora consentito scambiare un massimo di tremila euro al mese, la faccenda si fa diversa e più complicata quando si tratta di un prelievo: qual è il tetto massimo di denaro che ogni privato cittadino può prelevare mensilmente dal proprio conto corrente?

Limite di 10mila euro

Il nuovo tetto per la segnalazione alla Uif, l'Unità di informazione finanziaria, è quando vengono prelevate più di 10mila euro nell’arco di un mese solare: oltre questa soglia, lo sportellista che esegue l’operazione effettua una “registrazione” che viene archiviata dalla propria banca che fa partire la segnalazione. Chi pensa, invece, di cavarsela con più prelievi sbaglia comunque: la segnalazione scatta anche se il superamento della soglia avviene attraverso più operazioni che, sommate, superano quel tetto. Questo vale, però, soltanto se le operazioni sono pari o superiori alle mille euro l'una.

Come funziona la nuova riforma

Il nuovo proveddimento Uif è datato 28 marzo 2019: in pratica, si ha un doppio controllo sia da parte dell'Agenzia delle Entrale che dall'Uif stessa che può accertare tutti i movimenti, in entrata ed uscita, dal conto medesimo. Tutto questo è fatto per contrastare il riciclaggio e bloccare eventuali evasioni fiscali.

L’Unità di Informazione Finanziaria viene allertata dalla banca presso cui il privato ha il proprio deposito tutte le volte in cui si verifica un'operazione "sospetta". Accanto alla banca, l’Anagrafe ha una panoramica di tutti i rapporti tra le banche ed i rispettivi clienti, indicando i conti correnti posseduti dai cittadini, le movimentazioni, il saldo, gli altri contratti (deposito titoli, cassette di sicurezza, ecc.). Quindi, la segnalazione arriva agli uffici competenti soltanto dopo la segnalazione da parte dello sportellista: da quel momento, scattano i controlli.

Le operazioni "sospette". Si hanno quando presentano collegamenti con altre operazioni che facciano ipotizzare un'operatività complessa e quando non effettuate da clienti che non sono considerati ad elevato rischio riciclaggio e finanziamento al terrismo. Come a dire: da te, comune cittadino, non ci aspettiamo tutte queste operazioni perché sei una persona "pulita" che non ha mai destato preoccupazioni, più o meno il senso è questo.

Attenzione, però, a saper discernere tra controlli e divieti: non è detto che scatti necessariamente l'apertura di un'indagine pensale o fiscale, si tratta di semplice monitoraggio richiesto anche dalla Guardia di Finanza e dalla Direzione investigativa antimafia per monitorare gli amanti del contante, come sempre considerato uno "strumento anonimo e non tracciabile", come riportato da Laleggepertutti.

Il ruolo dell'Agenzia delle Entrate

A differenza di quanto avviene con il riciclaggio del denaro sporco, l’Agenzia delle Entrate non può effettuare controlli sui prelievi eseguiti dal privato sul proprio conti correnti che è quindi libero di incassare, allo sportello, una somma anche elevata o, addirittura, chiudere il conto, senza che l’ufficio delle imposte possa contestargli nulla sotto il profilo dell’evasione alle imposte. I controlli fiscali si concentrano, quindi, soltano sui versamenti che, se non giustificati, si considerano "reddito" e che vengono tassati.

Controlli incrociati

Insomma, i controlli sul conto corrente avvengono tramite due strade principali: l'accertamento di riciclaggio ed eventuali altri reati quando avviene una segnalazione di prelievo o si verificano dei versamenti fatte dalla banca alla Uif solo se superano i tetti indicati in precedenza. Per quanto riguarda l'evasione fiscale, vige un controllo diretto dell’Agenzia delle Entrate solo sui versamenti di contanti sul conto o sui bonifici ricevuti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Gio, 05/11/2020 - 10:13

Se le cose funzionassero con assoluta trasparenza i controlli sarebbero i benvenuti. Perchè non si occupano del fatto che accettare i pagamenti elettronici sia obbligatorio? Personalmente mi sono recato in una farmacia ed ha voluto essere pagata in contanti perchè la cifra era troppo bassa, questa è una vera vergogna.

cgf

Gio, 05/11/2020 - 10:14

Adesso come faccio... solo l'amante esige mille euro a settimana, mica posso fargli l'assegno, ogni volta che la porto fuori devo pagare contanti, troppo complicato spiegare alla moglie le spese sulla carta di credito, poi il pusher come lo pago, col bancomat? Lasciamo perdere il minore PIL generato, il metodo cubano, esasperato in Venezuela, abbiamo già visto cosa porta. Mille balzelli per trasferire denaro tra genitori/figli e poi decantano la libera circolazione dei capitali insieme a libera circolazione delle merci, dei servizi e delle persone, le quattro libertà fondamentali garantite dall'ordinamento giuridico della UE. Già oggi devi giustificare perché hai usufruito di servizi ed acquisti dall'estero, presto succederà come in certi Paesi dove il passaporto viene rilasciato ogni volta che vi sia giustificata ED APPROVATA necessità di recarsi all'estero e ritirato al rientro. Per la serie potrebbe essermi vietato andare in spiaggia alle Maldive, ma Cuba si. [sarcasmo]

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Gio, 05/11/2020 - 10:45

...da te, comune cittadino, non ci aspettiamo tutte queste operazioni perché sei una persona "pulita" che non ha mai destato preoccupazioni... ...ma siccome non ci fidiamo ti stanghiamo a titolo preventivo...

marcs

Gio, 05/11/2020 - 11:55

Se, come sembra dalla foto sotto al titolone, ingannevole come solo voi sapete fare, il preliavo avviene al bancomat, la cosa non è possibile poiché il massimo che si può prelevare è solitamente fra 3000 e 5000 euro al mese. Se si parla di prelievi allo sportello e dovesse accadere tutti i mesi, è ovvio che la cosa sia sospetta ed è altrettanto ovvio che possano scattare degli accertamenti. Comunque non credo proprio che un normale cittadino con un normale stipendio possa solo pensare di prelevare oltre 10000 uri al mese. Tranne voi che evidentemente siete non solo molto ricchi, ma probabilmente evasori fiscali.

Andoni

Gio, 05/11/2020 - 12:34

Titolo allarmante per una procedura giusta e corretta

tormalinaner

Gio, 05/11/2020 - 12:49

Tutti questi controlli favoriscono l'economia in nero che non ha nessun limite sui prelievi e sul contante, questi babbei non lo capiscono che stringendo la corda hanno un risultato inverso.

cgf

Gio, 05/11/2020 - 13:40

@marcs Gio, 05/11/2020 - 11:55 Dipende… io sono 20 anni che giro con poco contante in tasca, col bancomat faccio pagamenti anche da 3mila euro (da qualche fornitore è equiparato a sconto cassa dal 2% al 4%), se io il denaro l'ho disponibile sul c/c perché non poter pagare meno senza ogni volta dimostrare quello che faccio? OK, pulito, ma le ore perse a rispondere a questionari, a visite della GdF e molto altro ancora chi lo paga? Per sua informazione, in base quanto scritto prima, posso spendere anche 10mila euro al mese solo col bancomat. Lei è come tanti che legiferano pensando che tutti siano come la casalinga di Voghera, peccato che non ne traggano la dovuta accortezza nel fare i conti.

cgf

Gio, 05/11/2020 - 13:44

marcs Gio, 05/11/2020 - 11:55 A dire il vero di norma il castelletto prelievi da bancomat è meno di quello che lei dice. Questa invece è una norma non è solo i cittadini normali, ma per tutti. Tenga conto poi che "solitamente" quanto può prelevare dipende da tanti fattori, non ultimo la disponibilità media sul c/c, il grado di affidabilità, garanzie fornite.

cgf

Gio, 05/11/2020 - 13:47

Non solo bancomat, oramai on line non puoi nemmeno fare un bonifico oltre i 10mila euro. Ho comprato come privato auto nuova ad oltre 10mila, non è importante sapere quanto, ho voluto fare il bonifico on line al venditore, non è passato, in c/c c'era moltissimo di più, niente da fare, la differenza sono dovuto andare in banca, fare operazione allo sportello ed avvisato che sarò segnalato. Meno male che ho comprato in città, altrimenti avrei avuto la DIGOS?

Andoni

Gio, 05/11/2020 - 13:48

tormalinaner: si, come dire che i controlli sulle rapine favoriscono i furti...l'economia in nero NON ci deve essere, e basta!

Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Gio, 05/11/2020 - 14:14

Controlli da Gestapo! Un'era moderna di sapore antico come sono le dittature totalitarie,che prevaricano la ragione della liberta' personale e del libero risparmio,come scritto nella "Costituzione Italiana" Articolo 47 La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito. Favorisce l’accesso del risparmio popolare alla proprietà dell’abitazione, alla proprietà diretta coltivatrice e al diretto e indiretto investimento azionario nei grandi complessi produttivi del Paese.

marcs

Gio, 05/11/2020 - 15:29

CGF, nell'articolo si parla di prelievi di denaro contante, non di pagamenti elettronici, che ovviamente possono essere di importo superiore ai 5000 euro. Ma se io prelevo in contanti è per non far risultare (tracciare) i miei movimenti, quindi la possibilità di effettuare operazioni illegali (in nero) o di esportazione di valuta, per dirne una, c'è. Quindi è pacifico che la GdF possa controllarmi per eventualmente denunciare i miei comportamenti illeciti.

Una-mattina-mi-...

Gio, 05/11/2020 - 16:12

POCHI O TANTI CHE FOSSERO ERA MEGLIO IL MATERASSO

cgf

Gio, 05/11/2020 - 16:56

@marcs Gio, 05/11/2020 - 15:29 L'amante non ha il pos, nemmeno il pusher, devo prelevare e pagare contante, ma potrò essere libero di fare quello che voglio visto che quello che ho l'ho guadagnato e vi ho pagato sopra e sotto le tasse? In ogni caso il mio commento al suo era sul limite mensile che ognuno può avere e non ultimo, il pagamento bancomat È EQUIPARATO PAGAMENTO CASH sia per chi lo fa che per chi lo riceve che se lo trova il giorno dopo accreditato. Oltre all'amante, le attività "oscure" hanno pagamenti a vista e non richiamabili, come il Bancomat, sa quanto nero potrebbe girare se non fossero controllati anche i pagamenti?

Sempreverde

Gio, 05/11/2020 - 17:07

Se avete escort di lusso fatevi fare delle dichiarazioni o portate documentazione fotografica

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 05/11/2020 - 17:50

Azz... eh si, ieri ho prelevato ventimila euro per le sigarette. Avevo intenzione di prenderne altre cinquantamila per la colazione all'autogrill ma a questo punto rinuncio altrimenti la finanza mi sgama i settanta milioni di euro imboscati alle Bahamas...

marcs

Gio, 05/11/2020 - 18:08

Appunto , dato.che amante e pusher non hanno pos e io prelevo 20000 euro a finanza è giusto che mi chieda conto del motivo per cui gli ho presi. Vede CFG che mi da ragione?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 03/12/2020 - 13:41

ma pettetevi in casa una bella cassetta di sicurezza con 500 euro la comprate a muro e sarete tranquilli.