Il trucco per abbattere il costo del conto corrente

Prima di effettuare un raffronto con altre offerte sarebbe bene sempre partire da un'analisi dei movimenti e delle operazioni effettuate tramite il proprio deposito

Il trucco per abbattere il costo del conto corrente

Gestire il proprio conto corrente in modo oculato e risparmiare è possibile, specie se si seguno alcuni passaggi che solitamente, soprattutto per mancanza di tempo, vengono saltati.

Bisognerebbe, innanzitutto, partire da un'analisi accurata dei movimenti che contraddistinguono il proprio deposito: attraverso la rendicontazione mensile o annuale, infatti, ogni cliente ha la possibilità di prendere visione di tutte le operazioni e le transazioni effettuate tramite esso. Agendo in questa maniera si potrà, ad esempio, valutare il peso delle spese fisse, come quella del canone mensile di gestione, o quello delle spese variabili, come le commissioni extra che vengono applicate sul prelievo di contanti: tutti oneri i quali, specie a lungo termine, vanno ad incidere pesantemente sul costo effettivo del conto corrente.

Una volta preso atto di quelle che sono le operazioni più effettuate nel corso di un anno, ovviamente, il passo successivo è quello del confronto con altre offerte presenti sul mercato, che meglio si sposano con le esigenze del correntista. Nel caso in cui decida di cambiare, quest'ultimo può scegliere di ripartire da zero con l'apertura di un nuovo deposito oppure, tramite portabilità, trasferendo in esso denaro e domiciliazioni già attive sul vecchio conto corrente.

Il modo migliore per muoversi sarebbe quello di sfogliare ogni singola offerta vicina alle proprie esigenze ed effettuare successivamente un raffronto tra le varie proposte. Per comodità, e per risparmiare tempo, in tanti preferiscono appoggiarsi ad un comparatore di conti correnti online, come ad esempio quello proposto da SosTariffe: tramite dei filtri specifici, è possibile selezionare le caratteristiche che il deposito di cui si è alla ricerca dovrebbe possedere.

Dopo l'analisi comparativa, si potrà procedere all'apertura di un nuovo conto corrente, tenendo presente che le tipologie online sono oggi decisamente più convenienti, specie per quanto riguarda i costi di gestione. Si tratta infatti spesso di conti a zero spese, che non prevedono canoni mensili, del tutto assenti o gratuiti se si rientra in determinati parametri previsti al momento della stipulazione del contratto.

I depositi online consentono di effettuare tramite home banking tutte quelle tipiche operazioni svolte tradizionalmente presso gli sportelli degli istituti di credito, come ad esempio i bonifici: ciò significa, in genere, accedere all'area cliente del portale ufficiale della banca o farlo tramite un'applicazione per smartphone dedicata e collegata al proprio conto corrente.

Commenti