Supersalone, summit delle industrie europee dell'arredo a Milano

Riunione nella sede di FederlegnoArredo del cda di Efic che riunisce 16 associazioni nazionali dei principali Paesi europei produttori. Si è discusso in particolare della protezione del design, del contrasto al commercio di prodotti contraffatti e della concorrenza sleale

Supersalone, summit delle industrie europee dell'arredo a Milano

Il supersalone, l'evento speciale del Salone del Mobile in corso in Fiera Milano è stata anche l’occasione perfetta una importante riunione del consiglio di amministrazione di Efic, la Confederazione Europea delle Industrie del Mobile composta da 16 associazioni nazionali in rappresentanza dei principali Paesi produttori di arredo, che si è svolta nella sede di FederlegnoArredo e a cui ha preso parte Andrea Di Carlo, vicedirettore esecutivo dell'Euipo, l’ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale.

‘Siamo onorati di essere ospiti di FederlegnoArredo in occasione del supersalone e di ricevere un caloroso benvenuto da Maria Porro, presidente di Assarredo e del Salone del Mobile e di avere con noi Andrea Di Carlo - ha detto Edi Snaidero, presidente di Efic -, per esplorare le opportunità di collaborazione in relazione al piano strategico dell'Euipo 2020-2025 e alle misure per la protezione del design che è un aspetto chiave del nostro settore. La protezione della proprietà intellettuale rimane una priorità per garantire la competitività del settore".

Argomenti chiave dell'incontro: la situazione delle industrie del mobile che in diversi Stati membri sono costrette a fare i conti con lo scarseggiare delle materie prime e le strategie che possono alleviare l'impatto negativo della pandemia sull'industria.
"La discussione - spiega Snaidero - si è concentrata sui più importanti dossier europei a partire da quello sull'economia circolare, che include l'imminente iniziativa sui prodotti sostenibili che avrà un impatto cruciale sulla futura produzione, commercializzazione e disposizione dell’arredo, oltre a iniziative relative alla tassonomia".
Maria Porro ha ha sottolineato le novità del “supersalone”, a partire dal tema della sostenibilità che FederlegnoArredo ha messo al centro della sua azione e ha ribadito l'importanza dell'evento fondamentale per mantenere la leadership del settore e rimettere in moto quell'energia positiva che solo il Salone del Mobile sa esprimere a livello internazionale.

Andrea Di Carlo ha parlato del piano strategico dell'Euipo 2020-2025, delle iniziative a sostegno delle piccole e medie imprese e delle misure per la protezione del design, compresa la revisione della legislazione europea in materia perché, hanno sottolineato i membri di Efic, è necessario e urgente proteggere i prodotti dell’arredo dalla commercializzazione di quelli contraffatti e l'industria dalla concorrenza sleale.

Commenti