Tagli italiani di Unicredit: saltano quasi 7000 posti

Drastica riduzione nel numero delle filiali anche in Austria e Germania. Entro il 2018 più di 18.000 occupazioni in meno nel mondo

Tagli italiani di Unicredit: saltano quasi 7000 posti

Sono quasi 7.000 gli italiani che perderanno il posto di lavoro a causa dei tagli decisi da Unicredit. Si tratta di un totale di 6.900 persone, di cui 5.800 nella banca commerciale e la restante parte nella sezione corporate della società.

Una drastica riduzione legata al calo del numero di filiali, all'interno di una strategia che interessa non soltanto l'Italia, ma pure Austria e Germania. Entro il 2018 saranno 800 a saltare, seconda tranche di un importante ristrutturazione che ha già portato alla chiusura di altre 928 filiali da gennaio 2014 a oggi.

Più di 18.000 i tagli previsti dal gruppo nel piano 2018. Ad aggiungersi ai licenziamenti in Italia, seimila posti in meno saranno coperti dalla cessione di una controllata in Ucraina e dalla joint venture Pioneer-SantanderAm.

Commenti