Esplode la rabbia dei vigili: «Rischiamo la vita per 50 euro»

«Nell'area da noi presidiata nel momento di massima affluenza ci saranno state almeno mille persone! Tutta la serata veniamo presi di mira dalla gente che ci provoca con insulti e offese per farci reagire e creare la rissa». É il racconto di uno dei vigili che venerdì scorso era presente alle Colonne di San Lorenzo, quando il «popolo della notte» si è ribellato al tentativo dei «ghisa» di far rispettare le ordinanze comunali. «Quando alle due abbiamo iniziato a chiedere a questi ragazzi di alzarsi e far ripulire l'area con la promessa di far li riposizionare al termine del lavaggio è iniziato il caos. Abbiamo chiesto l'intervento in emergenza e sono arrivati altre nostre pattuglie, di polizia e carabinieri neanche l'ombra! Non si lavora in sicurezza e prima o poi ci scappa o il morto o il ferito grave!! Secondo te vale la pena avere così tanta paura per 50 o 60 euro in più in busta paga?».
Anche altri vigili lamentano che i nuovi input provenienti dalla giunta li stanno esponendo a rischi. Ma il vice comandante Silvio Scotti minimizza: «In realtà alle Colonne non è successo niente di grave». E nega spaccature ai vertici della polizia locale.

Commenti