Londra, Cameron: "Tradimento dell'Islam. Soggetti noti"

La traduzione del discorso tenuto dal premier inglese. Ha sottolineato la natura dell'attacco, da imputare a individui e non alla comunità musulmana

Londra, Cameron: "Tradimento dell'Islam. Soggetti noti"

La traduzione del discorso tenuto dal premier David Cameron a Downing Street. Il primo ministro ha sottolineato la natura dell'attacco, da imputare a individui e non alla comunità musulmana. Ha poi sottolineato che i due soggetti erano noti ai servizi.

Quanto successo ieri a Woolwich ha disgustato tutti noi. Sulle nostre televisioni ieri sera e questa mattina sui nostri quotidiani abbiamo visto immagini profondamente scioccanti.

Chi ha compiuto questo gesto cerca di dividerci - dovrebbe sappere che un atto del genere ci renderà soltanto più forti.

Oggi i nostri pensieri sono con la vittima e con la sua famiglia. Stanno piangendo il loro caro e noi abbiamo perso un valido soldato.

Questa mattina ho tenuto un incontro con il Comitato di crisi (Cobra). Voglio ringraziare la polizia e i servizi di sicurezza per il lavoro incredibile che fanno per mantenere il nostro Paese sicuro.

Sono in corso investigazioni di polizia e operazioni dei servizi di sicurezza, perciò quello che sono autorizzato a dire è limitato. Ci sono però alcune cose già chiare.

Primo, questo paese sarà assolutamente risoluto nell'ergersi contro terrorismo ed estremismo. Non ci arrenderemo mai al terrorismo, in qualsiasi forma si presenti.

Secondo, questo punto di vista è condiviso da tutte le comunità del paese. Questo non è stato solo un attacco all'Inghilterra e al nostro modo di vivere, ma anche un tradimento dell'Islam, e delle comunità musulmane che danno tanto al nostro paese. Non c'è nulla nell'Islam che giustifichi un atto tanto odioso.

Sconfiggeremo l'estremismo violento rimanendo uniti, dando supporto alla polizia e ai servizi di sicurezza, e prima di tutto sfidando la narrativa velenosa dell'estremismo di cui si nutre la violenza.

La Gran Bretagna lavora con i partner internazionali per mettere il mondo al sicuro dal terrorismo, che ha preso più vite tra i musulmani che in qualsiasi altra religione. Dire qualcosa di diverso è una perversione della realtà. Ecco perché non esiste giustificazione a questi attacchi e la colpa ricade solamente e puramente su individui deviati che hanno condotto l'attacco.

Opporsi all'estremismo è un lavoro per ognuno di noi, e il fatto che le nostre comunità saranno unite nel farlo è dimostrato dal coraggio di Ingrid Loyau-Kennett, che ha affrontato uno dei due assalitori nelle strade di Woolwich ieri pomeriggio. Quando l'assalitore ha detto di voler dichiarare guerra a Londra, ha risposto: "Perderai. Sei da solo contro molti". Ha parlato per ognuno di noi.

La polizia e i servizi di sicurezza seguiranno ogni pista e non si fermeranno finchè conosceremo ogni singolo dettaglio di quanto accaduto e avremo assicurato alla giustizia i responsabili.

So, essendo premier da tre anni, che la polizia e l'intelligence lavorano ogni giorno per mantenerci al sicuro. Vedo ogni settimana il loro lavoro straordinario. Mostrano un eroismo incredibile, che molte volte non può essere raccontato dai media. Hanno il mio assoluto supporto e quello dell'intera nazione.

Il fatto che i due sospetti dell'orribile attacco erano noti ai servizi è stato ampiamente scritto. Non commenterò su questo finché le investigazioni sono in corso, ma quello che posso dire è che - come normale in questi casi - la Independent Police Complaints Commission svolgerà un'inchiesta sulle azioni della polizia. Lo stesso verrà fatto per le agenzie più grandi. Nulla sarà fatto per intralciare il loro lavoro vitale.

Dopo un evento simile, è normale che siano poste domande su quali ulteriori mosse si possano prendere per mantenerci al sicuro. Mi assicurerò che queste domande abbiano una risposta, ma non approvo le reazioni improvvisate. La polizia ha risposto con un'attività intensificata, ma il modo migliore per sconfiggere il terrorismo è continuare a vivere normalmente, ed è ciò che faremo.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento