Mondo

L'autoscatto col suicida che fa discutere l'America

Sul New York Post una donna ritratta mentre si fa una foto: sullo sfondo un uomo prova a togliersi la vita gettandosi dal ponte di Brooklyn

L'autoscatto col suicida che fa discutere l'America

Non è la prima volta che il New York Post finisce al centro delle polemiche per una foto considerata ardita. Proprio un anno fa, il giornale aveva pubblicato in prima pagina la sequenza fotografica di un uomo spinto sotto la metro: il fotografo - incurante di quello che stava accadendo - aveva preferito lo scatto sensazionalista piuttosto che intervenire.

Stavolta la situazione è simile, ma il dito non viene puntato contro il fotografo. Un uomo minaccia di buttarsi dal ponte di Brooklyn, la polizia cerca di farlo desistere. Sulla sponda dell'East River, intanto, una ragazza si fa un autoscatto cercando di immortalare anche la scena di suicidio. Paul Martinka, fotoreporter del New York Post, riprende tutto e la donna finisce in prima pagina, mentre l'uomo viene salvato.

Una foto che scuote l'opinione pubblica americana e che porta alla ribalta la cosiddetta "generazione Selfie", quella degli autoscatti, che vuole testimoniare la sua presenza in occasione, che sia una festa o un funerale, mentre bevono una birra o guidano l'auto. Che in qualche modo raccontano il mondo a modo loro. Come ha fatto un ragazzo che si è fotografato con un senzatetto sullo sfondo.

Commenti