Usa, ritrovate tre donne rapite 10 anni fa

Sparite tra il 2003 e il 2004, quando erano ancora adolescenti, erano tenute prigioniere da un autista di scuolabus. La fuga grazie all’intervento di un vicino di casa

Usa, ritrovate tre donne rapite 10 anni fa

Svanite quando erano adolescenti, sono riapparse dal nulla. Tre donne sono state ritrovate ieri a Cleveland, nell’Ohio, in una casa vicino alla zona dove erano state viste l’ultima volta. Insieme a loro anche due bambini di 3 e 9 anni. Il presunto rapitore è stato subito arrestato insieme ai suoi due fratelli per presunta complicità: è Ariel Castro, 52enne autista di scuolabus.

Sono riuscite a fuggire chiedendo aiuto a un vicino. Tre donne, rapite dieci anni fa nell'arco di un biennio, ma sempre nella stessa zona: Gina De Jesus, 23enne scomparsa nel 2004; Amanda Berry oggi 26enne, che aveva fatto perdere ogni traccia nel 2003; la trentenne Michelle Knight anche lei scomparsa nel 2003. Casi analoghi, ma ognuno diverso dall’altro, che nessuno poteva immaginare fossero legati dallo stesso incredibile destino. Ieri, però, la svolta della loro vita. L’incubo delle tre donne è finito quando una di loro, Amanda, rapita il giorno prima di compiere 17 anni, è finalmente riuscita a scappare, grazie all’aiuto di un vicino di casa. Charles Ramsey, richiamato dalle grida della casa, si è avvicinato alla porta di casa, pensando a un caso di violenza domestica. Al network televisivo Cnn Ramsey ha raccontato che, mentre passava per caso davanti alla casa, ha visto una donna che cercava disperatamente di forzare la porta d’ingresso per uscire, ma che questa non si apriva bene. È intervenuto e le ha dato una mano a forzarla: Amanda è uscita insieme a una bambina. All’interno è stato poi trovato anche un secondo minore. Sulle prime il soccorritore non ha compreso con chi avesse a che fare e, quando gli è stato chiaro, è rimasto sbigottito: "Mi sono reso conto che stavo chiamando il 911 per conto di Amanda Berry. Pensavo che fosse morta!". Quindi, le ha passato il cellulare con cui Amanda ha avvisato la polizia con una telefonata incredibilmente drammatica, la cui registrazione continua ad essere trasmessa dalle televisioni americane: "Aiutatemi. Sono Amanda Berry, sono stata rapita dieci anni fa, e ora sono libera". Amanda ha chiesto agli agenti di intervenire subito in modo da riuscire a liberare anche le due compagne di prigionia mentre l'aguzzino si trovava fuori casa.

Tutti gli abitanti della zona, si sono quindi riversati per strada per assistere l’incredibile ritrovamento. Ariel Castro è stato arrestato insieme a due fratelli. Adesso sono molti a chiedersi come sia stato possibile che un uomo solo possa aver richiuso e tenuto nascosti tra esseri umani, tre ragazze poco più che adolescenti, oggi donne, contro la loro volontà per oltre dieci anni. E che tutto potesse accadere senza che nessuno si accorgesse di loro. Lo stesso Ramsey ha raccontato di essere stato più volte a casa di Castro "a fare il barbecue e ballare la salsa" senza mai sospettare di nulla. Un altro vicino, Juan Perez, ha descritto il sequestratore come una persona "affabile" che dava spesso passaggi ai bambini del vicinato sul suo fuoristrada. Ha dell’incredibile poi il fatto che il figlio di uno dei tre fratelli arrestati, Ariel "Anthony" Castro, aspirante reporter, nel 2004 scrisse un articolo su Gina DeJesus, un paio di mesi dopo la scomparsa dell’allora14enne: era il compito in classe alla scuola di giornalismo e riuscì persino a intervistare la madre di Gina.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento