Fabio Frizzi dirige baby-attori per il musical «Prove generali»

Bambini in scena per aiutare altri bambini, meno fortunati. Stasera al Sistina c’è Prove Generali, un musical scritto come «laboratorio» per un gruppo di alunni di quarta elementare dell’istituto «Immacolatine». Un lavoro tra il didattico e la commedia, scritto e diretto da Fabio Frizzi, autore di testi e musiche. Uno spettacolo che ha un’importante finalità benefica: la recita infatti è presentata insieme alla onlus Andrea Tudisco, che proprio di bambini «ultrafragili» si occupa. Il ricavato andrà all’associazione, che ha lo scopo di alleviare le sofferenze di tanti piccoli ammalati. La onlus è sostenuta da un nutrito gruppo di artisti celebri (Fiorello, Flavio Insinna, Enrico Brignano, Elio e le Storie Tese, Fabrizio Frizzi, Max Giusti, Antonio Giuliani, Max Tortora) ed è probabile che alcuni di loro saranno presenti all’evento. Insieme con Frizzi, alla realizzazione dello spettacolo hanno lavorato, tra gli altri, il coreografo Claudio Meloni e l’attrice Alessandra Casale («coach» dei piccoli interpreti). Ma molti addetti al settore hanno prestato le loro competenze per la realizzazione di Prove Generali: Magda Accolti Gil, Pierluigi e Dora Manetti, Marco Incagnoli e Giuseppe Meddi; l’organizzazione generale è stata curata da Francesca Ferrari. Fabio Frizzi vanta una lunga carriera dedicata alla musica, a partire dalla colonna sonora di Fantozzi e di un vero e proprio cult come Febbre da cavallo, fino al più recente Butta la Luna, fortunata fiction di casa Rai. È lo storico collaboratore di Lucio Fulci, maestro dell’horror all’italiana: vale la pena ricordare almeno Zombie 2 e Sette note in nero. Tra i fan di Fabio Frizzi c’è anche Quentin Tarantino, da venerdì nelle sale con il nuovo Bastardi senza gloria, che ha scelto d'inserire un brano del compositore romano nella colonna sonora di Kill Bill vol.1. I biglietti, a 10 euro, saranno disponibili nel foyer del teatro. La vendita sarà gestita direttamente dai responsabili dell’associazione Andrea Tudisco, in modo che l’intero incasso venga effettivamente devoluto alla causa.