Federer chiude la pratica Davis, l'Italia resta in B

Lo svizzero torna in campo nella gara decisiva e batte Starace, l'eroe del doppio, in tre set (6-4, 6-0, 6-4). Inutile l'ultimo singolare: l'Italia, sconfitta 3-1, deve dire addio al ritorno in serie A di coppa Davis

Federer chiude la pratica 
Davis, l'Italia resta in B

Genova - Torna l'imperatore e addio sogni di gloria. L’Italia esce sconfitta dal confronto con la Svizzera valido per l’accesso al World Group della Coppa Davis 2010. A Genova il decisivo punto del 3-1 per la selezione elvetica arriva da Roger Federer: il numero uno del tennis mondiale batte in tre set Potito Starace con i parziali di 6-3, 6-0, 6-4. Il match è ripreso dal punteggio di 6-3, 4-0 dopo una lunga interruzione per pioggia. Inutile ai fini dell’esito finale del confronto l’ultimo singolare in programma oggi, che opporrà Simone Bolelli a Stanislas Wawrinka. Il prossimo anno Federer guiderà la Svizzera nel World Group della Coppa Davis nel tentativo di vincere l’unico grande trofeo assente nella sua sconfinata bacheca.

Starace: "Fatto il possibile" Nessun rammarico per Potito Starace dopo il match perso oggi a Genova contro Federer. Il tennista campano ha ceduto in soli tre set al numero uno del tennis mondiale, che ha così regalato alla Svizzera la qualficazione nel World Group di Coppa Davis. "Roger era particolarmente ingiocabile oggi" ha spiegato Starace. "Ho iniziato bene poi lui è salito in un modo allucinante ed era difficile stargli dietro. Ho provato di tutto ma non potevo fare altro". L’Italia nella prossima edizione della Coppa Davis giocherà nel Gruppo 1 per cercare la qualificazione al World Group: "Ora si ricomincia da capo - ha concluso l’azzurro - speriamo che l’anno prossimo ci siano sorteggi migliori perché così è molto dura, questa Svizzera può vincere la Davis".

Commenti

Grazie per il tuo commento