Federer: "L'ultima volta che ho giocato male? Molto tempo fa..."

Lo svizzero arriva alla finale degli Australian Open asfaltando Tsonga: ora lo attende Murray. «Giocherò la prima finale da papà, ma non credo che Murray si intenerirà per questo...»

Dopo essere stato abbattuto da Roger Federer nella semifinale degli Australian Open, Jo-Wilfred Tsonga ci ha scherzato su: «Un consiglio a Murray? preparati a correre...». Insomma: il 6-2, 6-3, 6-2 con cui lo svizzero ha confermato di essere il numero uno al mondo è un atto di forza nei confronti di Andy lo scozzese per la finale di domenica mattina. Federer è carico e soprattutto rilassato, tanto che a fine match, al microfono di Jim Courier, ha scherzato: «mi dici che sarebbe il mio primo Slam da papà? non credo che Murray si intenerirà per questo. E poi sono 150.000 anni che un britannico non vince un major...». In sala stampa poi Roger ha raccontato il suo match perfetto: «Non mi aspettavo un simile punteggio e penso neppure il pubblico. Mi sentivo bene e dopo qualche game ho capito che poteva essere una buona giornata. Tsonga è un giocatore di talento ed avrà ancora occasioni nei prossimi anni: non ha avuto neppure una palla break e per lui è stato tutto più complicato. L'ultima volta che lo avevo affrontato la scorsa estate in Canada, vincevo 5-1 e poi ho finito col perdere. Sono soddisfatto di aver vinto velocemente, ma ero pronto anche a giocare cinque set». Per Federer quella di domenica sarà la ventiduesima finale in un torneo del Grande Slam: finora ne ha vinte 15. Alla seconda, invece, Murray, che cercherà la rivincita, in quanto nella precedente, agli Open Usa del 2008, era stato battuto proprio dallo svizzero. «Andy è salito di livello perchè ora è capace di vincere i match anche quando è in cattiva giornata - ha detto Federer - in finale la pressione sarà più sulle sue spalle che su di me, perchè lui ha più bisogno di vincere. Io l'ho già fatto, so che il mio record con lui è negativo, questo vuole dire che Murray è un buon giocatore. Però, senza nulla togliere ad Andy, la maggior parte delle volte in cui mi ha battuto io non ero al meglio e un match sui cinque set è tutt'altra storia». E poi c'è un particolare: «L'ultima volta che ho giocato male? Parecchio tempo fa...».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.