Ferisce il rivale in amore, arrestato in Puglia

Marco Pirola

Incrocia il rivale in amore per la strada e gli spara due colpi che per fortuna lo feriscono soltanto. Poi tenta la fuga, ma viene intercettato qualche ora dopo in Puglia dove stava cercando protezione da amici e parenti.
Il presunto feritore, M. F., 47 anni, già noto alle forze dell’ordine, un passato burrascoso alle spalle e un presente fatto di espedienti, è in auto da solo. Ieri verso le 10.30 si sta recando come tutte le mattine al solito bar per fare colazione. All’improvviso, dopo essere ripartito ad un semaforo, vede sul marciapiede il rivale in amore che passeggia tranquillo.
L’uomo rallenta, accosta l’auto e dal cruscotto estrae una pistola, punta l’arma e spara due colpi che feriscono la vittima all’anca e all’interno della coscia destra. L’uomo, 38 anni, impiegato, cade a terra in una pozza di sangue. Lo sparatore risale sull’auto e sgommando se ne va a tutta velocità verso la periferia della città facendo perdere le proprie tracce.
Alcuni passanti, piuttosto numerosi dato il momento di punta, hanno prestato subito soccorso all’uomo ferito a terra, la cui unica colpa è quella di essere stato l’ex marito dell’attuale convivente dello sparatore. La vittima viene portata con un’ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale San Gerardo di Monza. È grave, ma non in pericolo di vita. È lui stesso a fornire ai carabinieri di Monza la descrizione dello sparatore ed anche nome e cognome. Inizia così una caccia all’uomo che si conclude in serata in Puglia. Il sospettato viene intercettato dai carabinieri. L'uomo era diretto verso San Nicandro, il paese di cui è originario e dove risiedono alcuni familiari. I carabinieri lo hanno però bloccato all’uscita dell' autostrada di Poggio Imperiale.
Nel frattempo a Concorezzo un cinquantenne ha tentato di togliersi la vita sparandosi un colpo di pistola all’addome e un altro alla testa davanti all’abitazione della compagna. Alla base del gesto il sospetto che la donna avesse un amante.

Commenti