Dalla Fiat interventi per un milione di dollari a favore dei terremotati di Haiti

Le diverse società del gruppo hanno messo a disposizione mezzi e collaborazione già nella prima fase dei soccorsi. Attivate le divisioni Auto, Professional, Cnh e Iveco. Contributo cash di 250mila dollari

Il gruppo Fiat interviene a fianco delle popolazioni colpite dal sisma ad Haiti. A seguito del grave terremoto che ha devastato Haiti, il Lingotto fa sapere di essersi attivato per aiutare la popolazione locale fornendo mezzi, supporto tecnico ed economico per un totale di un milione di dollari. In stretta collaborazione con l'Organizzazione delle Nazioni Unite, la Croce rossa internazionale e l'associazione Francesca Rava, le diverse società del gruppo hanno messo a disposizione mezzi e collaborazione già nella prima fase dei soccorsi: Cnh ha offerto cinque macchine movimento terra e, grazie ai concessionari Case construction di Haiti e a quello Iveco, New Holland e Kobelco della Repubblica Dominicana, ha garantito, già nelle prime 24 ore, supporto operativo per la rimozione delle macerie; Fiat Group Automobiles ha fornito due ambulanze modello Fiat Fiorino e Iveco quattro Daily e personale specializzato per l'assistenza tecnica. Il Lingotto offrirà un contributo cash di 250mila dollari «e resterà - si legge in una nota - in continuo contatto con le organizzazioni che stanno gestendo le attività di intervento per far fronte a ulteriori esigenze».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.