Fincantieri, confermate condanne per i morti a causa dell'amianto

Tre ex dirigente colpevoli di omicio colposo per la morte di 37 operai. Confermati i risarcimenti

Fincantieri, confermate condanne per i morti a causa dell'amianto

La Corte di Cassazione ha ribadito oggi quanto stabilito dalla corte d'Appello, che aveva condannato per omicidio colposo tre ex dirigenti della Fincantieri di Palermo per la morte di trentasette operai, ammalatisi di tumore a causa dell'amianto.

Il tribunale ha confermato i risarcimenti alle vittime, a Inail e Fiom. Il procuratore generale aveva chiesto la sostanziale conferma della sentenza per Luciano Lemetti, Giuseppe Cortesi e Antonino Cipponeri. Lemetti è stato condannato a 3 anni e 6 mesi, Cortesi a 3 anni e 1 mese e Cipponeri a 2 anni, 7 mesi e 10 giorni.

Sono finiti prescritti gli omicidi colposi avvenuti tra il 1998 e il 2000.

Commenti