Fondata nel 1887 l'azienda è diventata tra le più rappresentative del bere bene italiano

Si parla costantemente di come rendere più internazionali i vini italiani. Ma per fortuna ci sono marchi da tempo attivissimi fuori dai nostri confini, senza perdere assolutamente l'italianità, ma anzi proponendo con forza i nostri valori. Uno di questi è Mionetto, fondato nel 1887 dal maestro vinificatore Francesco Mionetto tra le colline di Valdobbiadene, cuore pulsante del Prosecco DOCG. Quasi 130 anni di storia ne hanno fatto una delle aziende vinicole italiane più rappresentative nel mondo e una cantina di riferimento nel mercato del Prosecco.
Non a caso, Mionetto è una delle prime cantine della denominazione a esportarlo negli Stati Uniti dove dal 1998 ha sede Mionetto Usa Inc. Sempre in virtù della sua fama globale, da sei anni, il brand fa parte di Henkell & Co Sektkellerei KG, uno dei maggiori produttori europei di «bollicine».
Un'acquisizione che ha portato grandi opportunità di crescita in termini di mercato e da un punto di vista interno, organizzativo e gestionale. Un cambiamento nel segno della continuità, come dimostra la decisione di delegare la gestione dell'azienda al top management della sede di Valdobbiadene. I numeri sono stati positivi anche nel 2013 dove Mionetto ha continuato la sua crescita con un fatturato totale di 56,5 milioni. E se il mercato interno, sempre più difficile, ha fatto registrare comunque un incremento del 5,1 a valore %, all'estero è andata ancora meglio con grandi performance negli Usa - dove Mionetto rappresenta il brand di Prosecco più conosciuto - che hanno segnato un +28% nelle vendite rispetto al 2012. Non è un caso che per il quarto anno consecutivo, Mionetto USA ha conquistato l'Hot Brand Award, ambito premio assegnato dalla rivista economica Impact-Market Watch ai brand che negli ultimi 5 anni abbiano registrato nel mercato statunitense una crescita a due cifre e raggiunto un minimo di un milione e duecentomila bottiglie vendute. Alla base del successo, c'è sicuramente quel mix - tutto italiano - di passione, storia, ricerca ed eccellenza che è andato ulteriormente affinandosi nelle ultime stagioni. È da questo impegno che è nata Luxury Collection, linea di assoluta eccellenza delle bollicine Mionetto dedicata in Italia all'HO.RE.CA, prevalentemente alla ristorazione, e massima espressione di Design del Gusto, concetto ideato dall'azienda per esprimere il suo Dna, frutto dell'integrazione perfetta tra i valori del brand quali tradizione, premium quality, premium taste e stile. La collezione - che vanta sei eccellenti proposte - si arricchisce ora con una prestigiosa novità, in anteprima assoluta al Vinitaly 2014: il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG «Rive di Santo Stefano» Millesimato Brut. Si tratta di uno spumante attraente già alla vista, dal profumo sontuoso ed esuberante, solcato da un perlage fine e persistente.
Complesso nei sentori, dalle note agrumate ed esotiche insieme, fino alla rosa e ai fiori bianchi, è un vino da raffinato aperitivo e disinvolto a tutto pasto, fermo restando che si esalta nell'abbinamento con i crostacei e le più raffinate portate di pesce.

Commenti