Fortaleza, italiano bacia la figlia: arrestato, rischia 15 anni di prigione

Un imprenditore italiano è stato arrestato e rischia 15 anni di prigione per molestie nei confronti della figlia. Ma la bambina ha negato qualsiasi molestia

Fortaleza, italiano bacia la figlia:  
arrestato, rischia 15 anni di prigione

San Paolo - La bambina nega le molestie, però un imprenditore di Guidonia, arrestato l’altro ieri in Brasile per aver baciato sulla bocca la figlia di otto anni, rischia ora dagli otto ai 15 anni di reclusione in base a una nuova legge brasiliana anti-pedofilia approvata proprio il mese scorso. Alla funzionaria brasiliana Ivana Timbò, responsabile del commissariato per la lotta allo sfruttamento minorile, la figlia dell’imprenditore ha recisamente negato qualsiasi molestia da parte del padre, confermando solo i "bacini" sulla bocca. Anche la moglie brasiliana ha negato qualsiasi atteggiamento sconveniente del marito verso la figlia e si è detta scioccata per il malinteso. Su richiesta dell’uomo le fonti ufficiali non rivelano le sue generalità, ma si è appreso che è del grande centro in provincia di Roma e ha 48 anni.

Sulla spiaggia di Fortaleza L’incredibile caso, avvenuto su una spiaggia di Fortaleza, sarebbe da attribuire, secondo l’avvocato del consolato italiano, ad un eccesso di zelo da parte di una coppia anziana di brasiliani e della polizia locale, impegnata nella lotta alla prostituzione infantile dilagante nella località balneare del nordest del Brasile. Il consolato generale italiano di Recife ha ottenuto durante la giornata vari attestati di benemerenza e buona condotta dell’accusato. Il legale sta provando ad ottenerne la scarcerazione entro domani, prima che il fine settimana ed una festa nazionale rinvii il rilascio a martedì. Secondo il sito di un quotidiano brasiliano, l’imprenditore è rinchiuso nel carcere di Fortaleza.

Sposato con una brasiliana L’uomo è sposato con una brasiliana di Fortaleza e da 12 anni viene a passare le vacanze sulle spiagge paradisiache della città, accompagnato dalla moglie e dalla figlioletta. Anche quest’anno la coppia stava trascorrendo una quindicina di giorni sulla Praia do Futuro, una spiaggia frequentata dalle famiglie del Cearà più che dai turisti, allo stabilimento "Complexo CrocoBeach". Ieri marito e moglie di 70 e 75 anni, entrambi ex funzionari statali di Brasilia, è rimasta scioccata dalle effusioni del padre alla figlioletta, compresi i baci sulla bocca e i palpeggiamenti, senza tener conto della presenza della madre della bambina. Ed hanno denunciato l’atteggiamento sospetto dell’uomo ai responsabili dello stabilimento e alla polizia. La coppia italo-brasiliana si è resa conto della gravità delle accuse solo quando l’italiano è stato portato via dagli agenti con l’accusa di pedofilia.