G8, aiuti a bimbi e mamme poveri per 7,3 miliardi di dollari

Impegno a stanziare 5 miliardi di dollari in 5 anni, ai quali si aggiungono 2,3 miliardi di dollari. Avanti nella lotta contro l'Aids

Toronto - Circa 7,3 miliardi di dollari le mamme e i bambini poveri: il G8 si impegna ad uno stanziamento di 5 miliardi di dollari in 5 anni, ai quali si aggiungono 2,3 miliardi di dollari. "I governi di Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Norvegia, Repubblica di Corea e Spagna, a seconda dei rispettivi procedimenti di bilancio, la Fondazione Bill e Melinda Gates e le Fondazioni delle nazioni Unite si sono recentemente impegnate per fondi addizionali pari a 2,3 miliardi di dollari da elargire nello stesso periodo".

E' quanto si legge infatti nella bozza del comunicato finale del G8 approvata dai leader, dove si ribadisce "l'impegno ad arrivare il più vicino possibile all'accesso universale alla prevenzione, alla cura, al trattamento e alle azioni di sostegno in materia di HIV/AIDS". " Come conseguenza degli impegni assunti per l'iniziativa di Muskoka, questo sostegno, secondo le stime dell'OMS e della Banca Mondiale, assisterà i paesi in via di sviluppo: 1) nella prevenzione della morte di 1,3 milioni di bambini sotto i 5 anni; 2) nella prevenzione di 64.000 decessi di madri; 3) di consentire ai moderni metodi di pianificazione familiare ad ulteriori 12 milioni di coppie. Questi risultati saranno raggiunti cumulativamente tra il 2010 e il 2015". Il G8 ribadisce "l'impegno ad arrivare il più vicino possibile all'accesso universale alla prevenzione, alla cura, al trattamento e alle azioni di sostegno in materia di HIV/AIDS. Sosterremo inoltre le azioni nazionali finalizzate al raggiungimento di questo obiettivo: in tal senso, ci adopereremo per garantire un esito ottimale della terza conferenza di rifinanziamento volontario del Fondo globale per la lotta all'AIDS, alla Tubercolosi e alla Malaria che si terrà a ottobre 2010. Esortiamo altri donatori nazionali e del settore privato - prosegue il comunicato - a offrire sostegno finanziario al Fondo globale. Ci impegniamo a favorire l'integrazione dei servizi connessi all'HIV e alla salute sessuale e riproduttiva (nonché ai relativi diritti) nel contesto generale del rafforzamento dei sistemi sanitari. I donatori del G8 ribadiscono il loro fermo sostegno all'eradicazione della poliomelite e il loro impegno per un mondo libero da questa malattia. Continueremo altresì a sostenere il controllo o l'eliminazione del pesante fardello delle malattie tropicali dimenticate".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti