Genova chiama, Reggio risponde

«Abbiamo davvero buoni motivi di credere, che il Governo abbia raccolto l'invito della Biennale Culturale del Mediterraneo. La Biennale, nata da un'idea lanciata dalla nostra città, diventa così realtà, e il Festival della Scienza del 2010 diventerà il primo appuntamento scientifico. Il Ministero ha dato l'ok. E possiamo già dire, che l'altra città sarà proprio Reggio Calabria». A chiarirlo soddisfatta è Marta Vincenzi in missione a Reggio Calabria. La delegazione genovese guidata dal sindaco - insieme al consigliere comunale Aldo Praticò (Pdl) presidente dell'associazione «Mediterraneo», dall'assessore alla Promozione della Città Andrea Ranieri, dal vice presidente della Camera di Commercio Giuseppe Lamanna e da alcuni rappresentanti di associazioni di categoria locale - è stata la risposta alla visita effettuata il 7-8 novembre scorso delle istituzioni reggine, che ha visto per l'occasione la firma di un protocollo d'intesa tra i due capoluoghi mediterranei. Un viaggio, quello di ieri e oggi, nato per rafforzare il sodalizio tra le due città, ancora alleate per sviluppare una strategia comune di promozione turistica, tradizioni e culture. L'asse Genova-Reggio Calabria dunque si rafforza. E a unirle intese culturali ed economiche, oltre che 25mila calabresi da tempo radicati nel capoluogo ligure. Insomma quanto basta per far ripartire un volo aereo, avviato e poi soppresso dopo un breve periodo di sperimentazione, passando forse da Mosca. O da Strasburgo. O anche da Parigi. A crederci è anche il primo cittadino di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti, padrone di casa e promotore di una tavola rotonda tra i rappresentanti dei due territori, dove è l'unione d'intenti è stato il filo conduttore. «Rappresenta questo di oggi, un ulteriore importante risultato del lavoro svolto in questi dieci mesi - dichiarano entrambi i sindaci -. Un'occasione perfetta di confronto in materia di trasporti, infrastrutture, economie, turismo, crescita culturale e anche di gastronomia». Su invito della Vincenzi, la Camera di Commercio si è fatta così carico di organizzare una presentazione del pesto, intesa come eccellenza gastronomica genovese ed elemento di forte attrattiva turistica. Ieri, è stata infatti preparata una eliminatoria per la terza edizione del campionato mondiale di Pesto al mortaio (marzo 2010). La delegazione ha inoltre presentato un dolce ispirato ai Bronzi di Riace, come omaggio alla cultura della Magna Grecia. Aldo Praticò ha poi annunciato che l'associazione «Mediterraneo», tramite la casa editrice genovese Erga Editor - di concerto con il sindaco e la Croce Rossa - raccoglieranno e devolveranno centinaia di volumi alle nuove biblioteche che verranno costruite in Abruzzo colpito dal terremoto.