Contro l'Inter all'ora di pranzo

Marassi tinto di rossoblù, ma all'ora di pranzo. Genoa-Inter di dopodomani non si giocherà alle 15 come previsto, ma alle 12.30. Una decisione presa ieri dalla Lega dopo le proteste seguite alla scelta di anticipare a mezzogiorno Fiorentina-Palermo su richiesta del Prefetto di Firenze per il contemporaneo arrivo della tappa del Giro d'Italia nel capoluogo toscano. «Il Presidente della Lega - è scritto in una nota della Lega- in esecuzione dell'ordinanza del Prefetto di Firenze, che ha disposto l'anticipo alle ore 12.30 della gara Fiorentina-Palermo, per consentire, valutate le potenziali ripercussioni sull'ordine pubblico, un ordinato deflusso degli spettatori e la sistemazione dell'area dello stadio per l'arrivo della tappa fiorentina del Giro d'Italia, comunica che la gara in questione della 18 giornata di ritorno, si giocherà domenica 12 maggio alle ore 12.30 (anziché alle ore 15.00). Alla luce di quanto precede, la Lega Serie A dispone le seguenti ulteriori variazioni di orario delle gare della 18 giornata di ritorno del Campionato di Serie A Tim: Chievo - Torino ore 12.30 (anziché ore 15.00) e Genoa - Inter ore 12.30 (anziché ore 15.00)». Una scelta non contestata dal Genoa che si adegua ad una decisione presa anche in conseguenza delle proteste della dirigenza del Palermo
Cambia l'orario non la voglia di presenziare allo stadio per festeggiare la salvezza in quello che potrebbe essere il match point conclusivo di una stagione travagliata e nell'ultima giornata di campionato che i Grifoni giocheranno davanti ai loro tifosi. Ieri erano già stati venduti oltre mille tagliandi mentre il Genoa ha deciso di concedere l'accesso gratuito per donne (domenica, festa della mamma) e under 12 in tutti i settori del «Ferraris». Gli interessati potranno ritirare il titolo unicamente al Genoa Store di Largo XII Ottobre 37/41r, previa presentazione di documento o copia dello stesso.
Il Genoa ha ripreso i lavori ieri pomeriggio al «Signorini» alla presenza del ds Rino Foschi e Fabrizio Preziosi. Dall'infermeria non si segnalano novità, se non una contusione a un polpaccio di Moretti. Ferronetti, Olivera e Rossi si sono sottoposti a lavoro differenziato. I rossoblù non avranno alcun giocatore squalificato per domenica. Per oggi previsto un allenamento a porte chiuse. Intanto la Polizia rende noto che la Mini Cooper di proprietà di Manuel Vargas è stata sequestrata dopo che gli agenti hanno sorpreso alla guida un peruviano di 33 anni che non aveva la patente. L'auto aveva anche l'assicurazione scaduta. Il controllo è avvenuto in via Pionieri e Aviatori d'Italia, presso l'Aeroporto. A fianco del giovane, già in passato sorpreso a guidare senza patente dalla polizia municipale di Firenze, c'era un uomo di 48 anni che ha detto di essere il procuratore di Vargas. Per il conducente dell'auto è scattata la denuncia a piede libero per guida senza patente.

Commenti