Elezioni, tramontano le Cinque Stelle e vince chi non vota

Chi vince, chi rivince e chi perde. Le elezioni amministrative liguri emettono importanti verdetti, alcuni anche contrastati, ma l'unico dato univoco è il flop del MoVimento Cinque Stelle. I grillini sono ovunque il peggiore partito, segno che l'effetto-Grillo è già svanito proprio nella «sua» Liguria. Appesantito dalle divisioni di Imperia e di Bordighera è senza dubbio il risultato del Pdl e del centrodestra in generale, mentre le soddisfazioni migliori per la coalizione arrivano da Alassio, città riconquistata dopo la «sbandata» che aveva fatto seguito alla «promozione» del sindaco storico Marco Melgrati a consigliere regionale. Se nello Spezzino Sarzana passa al primo turno il candidato Pd Alessio Cavarra, il centrodestra prova la missione impossibile nei ballottaggi di Imperia e Sestri Levante. In quest'ultimo comune è cocente la delusione del Pd, che culla solo per qualche minuto l'illusione della vittoria al primo turno, mentre il Pdl spegne a fatica le velleità di ballottaggio del «terzo incomodo» Giacomo Rossignotti. Vincono in pochi, per tutti occorre un'analisi approfondita del voto.

Commenti