Il lato comico (e non) delle «Vite private»

Chi meglio di un attore genovese, brillante, solo apparentemente ruvido, poteva dare il meglio nel raccontare l'humor inglese di un autore come Noel Coward? E così è stato l'altra sera al Politeama Genovese dove in scena c'era una delle commedie più divertenti del commediografo anglosassone: «Vite private», dove la coppia di protagonisti Elyot e Amanda, danno vita a una parabolica storia d'amore. Lui, lo straordinario Corrado Tedeschi incarna alla perfezione l'aplomb di Elyot, che, divorziato da cinque anni da Amanda, risposato con Sibilla, ritrova l'ex moglie nello stesso hotel in Costa Azzurra, durante la luna di miele. Lei Amanda, una Benedicta Boccoli nel pieno della maturità interpretativa, è nella camera adiacente con il nuovo marito Victor, anche loro in viaggio di nozze. Dopo lo choc iniziale basta poco ai due ex per ritrovare l'ardore della passione, evidentemente mai sopita. La fuga dai nuovi compagni si trasforma in una nuova avventura questa volta nel nido d'amore di lei, a Parigi. È qui dopo la passione tornano i vecchi rancori, i fantasmi del tradimento, le botte. Mentre i nuovi compagni che tanto sembrava avessero in comune tra loro prima, si uniscono alla ricerca dei due traditori in un sodalizio sempre più improbabile.
Due ore di spettacolo scorrono veloci, scandite dal ritmo delle risate del pubblico dall'inizio alla fine. Solo apparentemente, si badi, la commedia è leggera, però. Molti gli spunti di riflessione sull'amore e sulla ricerca di affinità nel rapporto di coppia. La regia di Giovanni de Feudis è brillante e talvolta sembra lasciare spazio all'improvvisazione dei due protagonisti, affiatatissimi sulla scena tanto da divertirsi per primi. Bravi anche i loro compagni Andrea Garinei ed Elisabetta Mandalari. Alla fine il pubblico di un Politeama gremito risponde con entusiasmo e regala lunghi applausi. Per Corrado Tedeschi arriva un po' di commozione per il ritorno a casa. O forse perché in sala c'è una persona speciale. Delio Rossi, l'allenatore della Samp, squadra del cuore. Che si diverte. Per una sera almeno, quello sotto i riflettori non è lui.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.