Gezmataz, grandi concerti e lezioni di musica

Gezmataz, grandi concerti e lezioni di musica

Il Gezmataz Festival & Workshop, il festival jazz di Genova torna dal 22 al 26 luglio al Porto Antico. La sesta edizione della manifestazione sarà come sempre diretta da Marco Tindiglia e dall'Associazione Culturale Gezmataz. Quest'anno il programma prevede cinque grandi concerti con ospiti internazionali ed una serie di interessanti iniziative collaterali: i workshop. Per la prima volta, si svolgeranno parallelamente ai concerti del Festival, e saranno costituiti da cinque giornate di incontri creativi e formativi tra gli studenti di musica e quattro docenti di strumento (contrabbasso, batteria, sax e chitarra). Gli incontri si terranno ai Magazzini del Cotone, nella nuova sede dell'Associazione.
Il Festival inizierà mercoledì 22, alle 21.00 presso l'Arena del Mare, che risuonerà della musica del Quintetto d'Archi Berliner Philarmoniker: il quintetto d'archi più famoso al mondo.
Giovedì 23 sarà la serata di «Aires Tango» con l'argentino Javier Girotto che unirà la melodia tangueira all'improvvisazione jazz.
Venerdì 24 sarà sul palco dell'Arena «Doc Concert» un interplay dei docenti del Workshop (Kamaguchi, Arco, Renzi e Tindiglia).
Sabato 25 all'Arena del Mare suonerà uno dei musicisti jazz più originali e prolifici, Dave Douglas & Brass Ecstasy. Il sassofonista americano, vincitore di due nominations ai Grammy Awards come miglior musicista jazz, è senza dubbio il trombettista e compositore più prolifico e originale della sua generazione. Al mattino alle ore 11 Dave Douglas, terrà presso la sede dell'Associazione Gezmataz un'esclusivo Special Workshop aperto a tutti gli strumenti musicali. L'incontro avrà la durata di 2 ore e per i partecipanti a Gezmataz Workshop sarà compresa nel costo di iscrizione. Per tutti gli altri invece avrà un costo di 30 € ad allievo.
Domenica 26 il festival chiuderà alla grande con il Trio Abercrombie, Berlin, Moses: un mito vivente della chitarra jazz in trio.
Nei workshop in programma saranno quattro i sentieri musicali che verranno percorsi da studenti di ogni età, livello e provenienza geografica. Il requisito obbligatorio è la passione. I docenti con cui gli studenti si confronteranno saranno il giapponese Masa Kamaguchi (contrabbasso), Tony Arco (batteria), lo statunitense Matt Renzi (sax) e Marco Tindiglia (chitarra). Il programma delle cinque giornate sarà articolato in un Master class di strumento durante il quale gli studenti affronteranno una sessione di lezioni assieme al maestro del proprio strumento. La musica d'insieme sarà il tema del pomeriggio: saranno composti dei piccoli gruppi da quattro studenti, uno per ciascuno strumento, che si cimenteranno in un ensemble creativo con la supervisione dei docenti. L'ultima parte dei workshop è composto dalle esibizioni e da Jam session. Terminate le lezioni pomeridiane, i gruppi così formati andranno ad esibirsi presso un locale non distante dalla sede dell'Associazione, che li ospiterà all'ora dell'aperitivo. Infine, la sera, gli studenti avranno la possibilità di assistere gratuitamente ai concerti del Festival.
In questo modo tutti i partecipanti vivranno un importante momento formativo che, arricchito dal confronto delle esperienze di ciascuno di loro, gli permetterà di acquisire una maggiore consapevolezza e sicurezza delle proprie competenze musicali.

Commenti