Il giorno dei «nuovi» Beatles

VIDEOGAME Ma c’è anche il gioco «Rockband» per chi vorrà esibirsi nel repertorio del quartetto di Liverpool

Il giorno dei «nuovi» Beatles

Che il cd tiri ormai poco lo si sapeva da tempo. Ma che l’attesa romana per l’intero catalogo dei Beatles rimasterizzato dopo quattro anni di lunghe sedute agli Abbey Road Studios fosse così moscia era difficile prevederlo. Niente file a mezzanotte e calca da prenotazione: a 24 ore dall’uscita del videogioco «RockBand» e del doppio cofanetto (mono per gli impallinati filologisti e stereo per quelli che badano al suono) si contano sulle dita di una mano. Pochi appuntamenti ma buoni però. L’evento principale romano è alla Feltrinelli di via Appia Antica 427, dove alle 18 parte un Beatles day niente male. Ad accompagnarne l’ascolto e la scoperta delle preziose sfumature sonore saranno beatlesiani doc come Walter Veltroni e Luca Sofri a Milano; Gino Castaldo e Riccardo Bertoncelli a Roma; Peppino di Capri, Federico Vacalebre e Michelangelo Iossa a Napoli.
Il secondo raduno è alla Romanina. Dove, patrocinato dal Comune di Roma e organizzato dalla Emi Italia, alle 21 parte la serata «Pepperland» con gli Apple Pie, la cover band italiana più in voga dele quartetto di Liverpool. L’indirizzo è «Officine Marconi», via Biagio Petrocelli e l’ingresso è gratuito. Contemporaneamente verrà lanciata una programmazione dedicata da parte dei network radiofonici e televisivi. Da Radio Deejay a Radio Capital, a RTL 102.5, a Virgin Radio, a RDS, a RMC, le grandi radio italiane trasmetteranno la musica dei Fab Four, a loro si aggiunge Radio 2 che realizza uno speciale Beatles di due ore a partire dalle 21. Infine Mtv Italia manderà in rotazione il video di «A Day In The Life» e dedicherà la programmazione serale alla band di Liverpool.
Se non bastasse la musica c’è anche (e soprattutto visti i tempi) il videogame «The Beatles Rock Band». Basta attaccare la spina per diventare John, Paul, George o Ringo, e ripercorrere le tappe principali della loro carriera: dal debutto al Cavern fino al concerto sul tetto di Savile Row. Quaranta canzoni in tutto. Per arrivare alla fine del gioco bisogna saperle suonare proprio tutte. Una dimostrazione del videogioco chiuderà tra l’altro la serata alla Feltrinelli.
Per chi ancora non lo sapesse, il box nero, quello stereo, comprende i 14 lp originali ripuliti e con il missaggio originale: 525 minuti di musica che tutti conoscono alla perfezione ma che da oggi sembrerà nuova di zecca. Il progetto discografico arriva infatti dopo un estenuante lavoro alle mastering room degli Abbey Road studios di Londra, con una tecnologia d’avanguardia per gli ascolti (B&W e Classè Audio) unita alle attrezzature dell’epoca che hanno permesso di creare il più alto livello di fedeltà che la musica dei Beatles abbia mai avuto. Non resta che tuffarci nella loro musica.