Giovane, dinamica, di qualità: la sportività ha una new generation

L'affascinante Carrera Heuer-01 è l'immagine del nuovo corso

Roberto Fresi

Il grande lavoro che sta facendo TAG Heuer per offrire a pubblico un prodotto di livello assoluto a prezzi straordinariamente competitivi è sotto gli occhi di tutti, di fatto, avviando una nuova era per un brand dal prestigio consolidato, costruito orologio dopo orologio e, soprattutto, cronografo dopo cronografo, a partire al 1860. Questo new deal, evidentemente, nelle intenzioni del CEO Jean-Claude Biver, punta ad una new generation di pubblico, giovane, dinamica, sportiva, ma attenta al prodotto di qualità, un bacino sempre solo sfiorato dalla Casa, ed ora divenuto focale. In un simile contesto s'inserisce perfettamente il Carrera Heuer-01, cronografo scheletrato, lanciato nel 2015 su di un diametro di 45 mm, ed ora proposto su di una cassa da 43 mm in acciaio (vi è anche una variante in ceramica opaca), decisamente complessa nei suoi 12 componenti, ricurvi e geometrici, satinati sul piano e lucidi sulle sfaccettature; la lunetta in ceramica, con scala tachimetrica incisa, può essere blu, nera o marrone. In quanto al meccanismo di manifattura, il calibro Heuer-01, come noto, si tratta sostanzialmente della versione squelette del calibro 1887 (presentato nel 2009), con smistamento della cronografia via ruota a colonne e innesto mediante pignone oscillante (attivazione crono in meno di 2/1.000 di secondo); non solo, perché il meccanismo in oggetto dispone anche del dispositivo a inversione High Efficiency Rewinding, in grado di trasmettere un'efficienza di ricarica superiore del 30% rispetto ai sistemi tradizionali (riserva di marcia di 50 ore). Il quadrante scheletrato e il fondello, integrato da vetro zaffiro, consentono di ammirare la meccanica suindicata: i comandi crono e il disco della data sul fronte superiore; ruota a colonne rossa, ponte del cronografo e massa circolare in PVD nero squelette, sulla superficie inferiore. Le sfere riguardanti le funzioni crono sono di colore rosso, previsto, con coerenza, anche sul pulsante a pompa destinato allo start/stop crono e pennellato sugl'indici a barretta applicati e luminescenti. Completa l'imprinting sportivo l'anello di rivestimento in caucciù della corona e l'impermeabilità fino a 10 atmosfere.

Commenti