Giustizia Gli avvocati della capitale al voto per rinnovare il Consiglio dell’Ordine

Dopo due anni gli avvocati romani tornano alle urne per eleggere il nuovo Consiglio dell’Ordine per il biennio 2010/2012. Le elezioni si terranno, in prima tornata dal 30 gennaio fino al 2 febbraio, e dal 6 al 9 febbraio per il ballottaggio che designerà i 15 futuri consiglieri che, a loro volta, eleggeranno il nuovo presidente. Sono chiamati al voto gli oltre 23mila iscritti all’albo anche se, alla fine, a votare se ne presenteranno meno di un terzo. Diversamente dagli ultimi anni, dove si erano viste campagne elettorali dai toni accesi, queste elezioni sono state contraddistinte da un avvicinarsi silenzioso della maggior parte dei candidati, forse perché vi è la consapevolezza che la gravità della situazione della giustizia a Roma sia la prima grande preoccupazione degli avvocati. Concorrono oltre 60 candidati. Tra le liste più accreditate quella guidata dal consigliere segretario Antonio Conte, che raccoglie sei consiglieri uscenti (Conte stesso + Barbantini, Cipollone, Fasciotti, Gianzi, Rossi) assieme a rappresentanti delle più importanti associazioni forensi romane. Vi è poi una lista guidata dal consigliere uscente Nesta, nella quale vi sono altri 4 consiglieri uscenti (Murra, Vaglio, Di Tosto, Arditi) e quella del presidente uscente Alessandro Cassiani, che mira a mantenere il ruolo di «ago della bilancia» tra i due più forti schieramenti, così da mantenere la carica di vertice per il quarto biennio. Altra lista è quella capeggiata dall’ex presidente dell’Ordine, Federico Bucci con, tra gli altri, Mauro Mazzoni, presidente dell’Agifor e Donatella Cerà. La sensazione è che prevarrà chi ha basato il proprio programma non sulle polemiche, ma su promesse di interventi per migliorare il sistema giustizia. Per questo ha raccolto consensi il progetto della lista Conte che, unendo l’esperienza dei consiglieri uscenti e la volontà di innovazione dei nuovi, ha indicato una serie di punti da affrontare che portino a un miglioramento della drammatica «quotidianità» degli avvocati. Tra gli obiettivi, quello di ottenere nuovi locali per trasferire le sezioni del Tribunale e il raddoppio degli sportelli per la raccolta delle notifiche.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.