«Con il governo di sinistra la sanità ha toccato il fondo»

«La sinistra ed il presidente Marrazzo, già commissario per il piano di rientro sulla sanità, agiscono in spregio al buon governo la cui stella polare dovrebbe essere il cittadino e i suoi bisogni. Con questo governo regionale di sinistra, la sanità nel Lazio non aveva mai raggiunto livelli così bassi tanto da non garantire, molto spesso, i livelli essenziali di assistenza ed ingenerando nel cittadino il senso dell’abbandono ed un alto livello di frustrazione in tutti i validi professionisti ed operatori che si prodigano in maniera encomiabile nella sanità laziale». A sostenerlo è Alfredo Pallone, vice coordinatore vicario del Pdl nel Lazio ed europarlamentare del Pdl.
«Nulla è stato fatto dalla sinistra - continua Pallone - circa il piano di rientro se non aumentare la pressione fiscale. Non esiste un piano organico e strutturale in grado di contenere il disavanzo e di garantire la certezza e la qualità dei servizi, se non la fumosa ed inattuabile proposta dello stesso piano sanitario. Queste non scelte hanno determinato confusione e irresponsabilità, ben altro a fronte delle roboanti e propagandistiche affermazioni di marrazziana memoria “mai più soli” o “la Regione da parte dei deboli” o ancora “dillo a Marrazzo”».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.