Tra i fiori all’occhiello della stagione la Santippe interpretata da Franca Valeri

La «signorina snob» nei panni di regista: è diretto da Franca Valeri «La vedova Socrate», uno dei dieci spettacoli proposti dal Teatro della Cometa per la nuova stagione. L’attrice milanese sarà un’irresistibile Santippe e non risparmierà critiche al defunto marito e alla vita coniugale in genere. Il cartellone offre agli abbonati autori classici e moderni, da Sofocle (c’è «Antigone» per la regia di Giuseppe Marini) e Cechov (rivisitato da Mario Scaccia nel «Canto del cigno») fino a Murray Schisgal, autore della commedia di successo «Tootsie» (e di cui il la Cometa ha scelto l’altrettanto brillante «Tutto in famiglia») a Lidia Ravera con «Sorelle», interpretato da Lina Sastri e Patrizia Zappa Mulas. C’è spazio poi per il musical (con le scatenate suore di «Nunsense» di Dan Goggin) e per il teatro che riflette sul teatro: è di Duccio Camerini «Scoppio d’amore e di guerra», con Lucrezia Lante della Rovere e Rocco Papaleo. Il botteghino è aperto fino al 29 luglio dal lunerdì al venerdì (ore 10-19), dal 1 settembre dal lunedì alla domenica. Via del Teatro Marcello 4, tel 06.6784380.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.