«I giocolieri vadano via dagli incroci: si rischia l’incidente»

«I giocolieri vadano via dagli incroci:  si rischia l’incidente»

«O sono lavavetri, o sono giocolieri, ma il degrado ai semafori del centro cittadino proprio non cambia». Il consigliere comunale Aldo Praticò, vicecapogruppo del Pdl, denuncia il degrado portato dalla nuova moda che gli automobilisti sono costretti a subire ai semafori del centro. I giocolieri si esibiscono ai grandi incroci, come, per esempio, quello tra viale Brigate Bisagno e via Cadorna: aspettano che le auto abbiano il semaforo rosso si piazzano davanti al cofano e lanciano in aria birilli e anelli. Poi, mentre tutti ingranano la prima, si presentano al finestrino per chiedere qualche moneta. «Peccato che di fronte al rifiuto di qualche automobilista volino addirittura parole grosse - dice Praticò - Questa gente si comporta come se fosse padrona della strada, insistente, sfrontata e a volte anche aggressiva, soprattutto con donne e anziani».
Ultimamente sono anche ricomparsi i lavavetri che sembrano essere spariti. «Sono sbalordito dal picco di lamentele e denunce da parte dei cittadini - continua Praticò che ha intenzione di portare la questione in consiglio comunale -, la gente ogni giorno subisce soprusi e nonostante l’ordinanza sul decoro urbano il sindaco fa sempre finta di niente».
«La mia voce - conclude il consigliere di centrodestra - si unisce a quella di questi automobilisti e chiediamo all’assessore Francesco Scidone, incaricato della sicurezza in città, cosa intenda fare. Anche contro il possibile rischio di incidenti».