I magnifici cento di «Fontanonestate»

Finisce sempre così: da una parte, con gli amanti della serie televisiva dalla quale è trasposto il film che storcono la bocca e, dall’altra, con chi ne è a digiuno (dei telefilm) che promuove la pellicola a pieni voti. E’ successo anche con A-Team, omaggio (si usa dire così quando si pesca dal piccolo schermo) a una delle pagine più di culto della Tv. La verità, come spesso succede, sta nel mezzo perchè, alla lunga, il film esagera col frastuono ma si salva con una trama-fumetto che fa divertire. Inutile il paragone con la squadra originale: qui, i sostituti fanno di tutto per non farli rimpiangere anche se ci rimane negli occhi e nella memoria la bellissima Jessica Biel. Coppia che vince non si cambia, avrà pensato Nia Vardalos che in 5 appuntamenti per farla innamorare, da lei scritto e diretto, ha chiamato il John Corbert de Il mio grosso grasso matrimonio greco. Mal gliene incolse perchè rispetto al fortunato precedente qui, pur trattandosi di commedia, si ride col contagocce. Un titolo che è una profezia: Lei è troppo per me potrebbe riferirsi alla trama di questa inverosimile commedia. Ormai, chi frequenta il grande schermo è stufo di vedere che lo sciapo di turno si becca, non si capisce per quale strana alchimia, la bellona del film. Nella vita succede con la frequenza di un 6 al superenalotto ma sul grande schermo ha la stessa intensità delle piogge di questo periodo. Se finite per crederci allora vi potreste divertire; ma solo con tanta buona fede.
I più visti a Roma dal 14 al 20 giugno 2010
1) Sex and the City 2; 2) A-Team; 3) The Hole; 4) La nostra vita; 5) Prince of Persia; 6) Tata Matilda e il grande botto; 7) Il segreto dei suoi occhi; 8) Bright Star; 9) Robin Hood; 10) 5 appuntamenti per farla innamorare.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti