«I nomadi alla Foce? Una scelta alla leggera»

«I nomadi alla Foce? Una scelta alla leggera»

(...) all’ospedale Gaslini. Anche per i suoi genitori, come per i papà e le mamme dei piccoli ricoverati che risiedono fuori Genova, la solidarietà dei genovesi e delle associazioni di sostegno ai malati di età pediatrica metterebbe a disposizione un alloggio. Per i genitori, appunto, non per i parenti fino all’ottavo grado. E qui sta il problema: la carovana non vuol dividersi, e l’assessore comunale alla sicurezza Francesco Scidone ha dunque consentito al gruppone di allestire i bivacchi a piazzale Kennedy. Una trentina di persone in tutto, che per un certo periodo di tempo era in via degli Anemoni a Quarto, e che adesso è a pochi metri da piazza Rossetti. Il presidente del Municipio Pasquale Ottonello si dice «avvilito», per la «decisione leggera e irrispettosa» dell’assessore Scidone, che manda all’aria il lavoro di ripulitura e messa in sicurezza di tutta la zona. E sostegno ai residenti viene anche dagli esponenti di Forza Nuova che hanno diramato un comunicato contro il Comune.«Stiamo lavorando per aggiustare i marciapiedi e consentire ai residenti della zona di poter andare ai giardini di piazza Rossetti senza paura», spiega Ottonello, che ha inviato all’assessore Scidone una lettere in cui spiega le ragioni del quartiere. «La motivazione che ha portato a Genova tale carovana, e più precisamente la necessità di assistere un minore appartenente alla carovana ricoverato al Gaslini per una malattia grave è sicuramente una causa che trova tutti, compreso il Municipio, umanamente sensibili a comprender le esigenze che la motivazione stessa richiede - spiega Ottonello. Quello che è decisamente meno comprensibile è esaudire la loro richiesta di stare tutti insieme». Ottonello non fa sconti all’amministrazione comunale: «Avevamo un progetto insieme per rimettere in sicurezza la zona - dice - questa scelta va in senso contrario». Anche i leghisti intervengono sul tema nomadi, ma a Marassi. «Adesso che è finito il campionato - dicono i consiglieri al Municipio III Bassa Valbisagno Bruno Ferraccioli e Davide Micheli non vorremmo rivedere gli accampamenti abusivi a Marassi».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti