Influenza A, in Liguria fino a novecento posti letto

Influenza A, in Liguria fino a novecento posti letto

«I vaccini per l'influenza A arriveranno in Liguria tra il 15 ottobre e il 15 novembre». A renderlo noto è stato l'assessore regionale alla Salute, Claudio Montaldo, dopo il varo della Giunta regionale del piano pandemico, che prevede la campagna di vaccinazione per l'influenza H1N1. «Appena arriveranno i vaccini, quindi già a partire dal 15 novembre, due categorie di persone potranno vaccinarsi - ha spiegato Montaldo -. Gli addetti ai servizi pubblici essenziali, quindi personale sanitario, il personale delle scuole primarie, e altre categorie di servizi che verranno individuati dopo l'incontro di domani con i prefetti liguri. Le donne potranno vaccinarsi soltanto, se al secondo o terzo trimestre di gravidanza. E poi ci sono i malati cronici, con problematiche presistenti». La Regione è dunque pronta a raccogliere punte di fabbisogno e di ricoveri eccezionali; al momento i posti preventivati sono un centinaio, che potranno diventare 900 in caso estremo. «Questo significa - hanno chiarito l'assessore e Claudio Burlando - che in caso di emergenza, potranno essere bloccati i ricoveri ordinari». La vaccinazione sarà a cura delle strutture pubbliche: ogni Asl comunicherà l'ambulatorio dove poter andare. L'invito è poi quello di non affollare i pronti soccorso degli ospedali, ma di rivolgersi sempre al proprio medico di famiglia, il quale valuterà se richiedere il ricovero o meno. Il sistema di sorveglianza avrà come base l'ospedale San Martino, che avvalendosi di una rete di medici sentinella, segnaleranno in tempo reale i casi con cui vengono in contatto. Il 5 ottobre partirà inoltre la vaccinazione antinfluenzale stagionale, quella tradizionale, gratuita per gli over 65 e quanti afflitti da gravi patologie.