Le due lauree mai prese? Adesso Giannino rischia di essere pure incriminato

Sentito per l’inchiesta cosiddetta "Teleospedale", il giornalista aveva detto ai pm di aver conseguito due lauree. L’accusa di falso sarà formalizzata a breve

Oscar Giannino, ex leader di "Fare per fermare il declino"
Oscar Giannino, ex leader di "Fare per fermare il declino"

Anche davanti agli inquirenti milanesi, sentito a verbale nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta "Teleospedale", l'ormai ex leader di "Fare per fermare il declino" Oscar Giannino disse di aver conseguito "due lauree in giurisprudenza ed economia", titoli di studio in realtà mai conseguiti come ammesso nei giorni scorsi dallo stesso giornalista, dopo che è esploso lo "scandalo" del master a Chicago, anche quello mai conseguito. Così a carico dell’ex candidato premier, che si è dimesso prima delle elezioni, la procura di Milano dovrebbe formalizzare a breve l’accusa di falso.

Come riporta oggi Repubblica, Giannino era finito indagato per turbativa d’asta nell’inchiesta del pm di Milano Tiziana Siciliano con al centro presunti appalti "pilotati" sulla cosiddetta "tele-medicina". Il giornalista avrebbe dovuto diventare, infatti, direttore editoriale di una rete televisiva a circuito chiuso negli ospedali lombardi. Nelle scorse settimane il pm ha chiuso le indagini a carico dell’ex direttore generale dell’Assessorato alla Sanità, Carlo Lucchina, e di altre persone, ma ha chiesto l’archiviazione delle accuse per Giannino. Lo stesso giornalista, però, interrogato il 27 novembre scorso alla domanda "Titoli di studio?" aveva risposto: "Laurea in giurisprudenza ed economia". Ora anche alla luce delle dichiarazioni rilasciate alla stampa lo scorso 19 febbraio dopo la gaffe sul master, nelle quali Giannino spiegava che gli erano state "attribuite on line lauree" che non aveva, il "passo" obbligato per gli inquirenti milanesi è quello di indagare il giornalista per il reato di falso. Da quanto si è saputo, l’accusa sarà formalizzata a breve.

Commenti