Ecco l'ideona di Saviano: "Liberalizzare la marijuana"

L'autore di Gomorra lancia la sua ultima trovata: liberalizziamo le droghe leggere

Ecco l'ideona di Saviano: "Liberalizzare la marijuana"

Attenti tutti: Roberto Saviano ha un'ideona. Liberalizzare la marijuana. L'autore di Gomorra spiega il suo punto di vista sulle sostanze stupefacenti nella sua rubrica l'Antitaliano (quella ereditata da Giorgio Bocca) su L'Espresso di questa settimana: "In situazioni di estrema necessità è possibile avviare un dibattito che può dare anche risultati virtuosi: sottrazione di guadagni e del mercato della marijuana alle organizzazioni criminali". Certo, ma come? Ed ecco che arriva l'ideona: "Legalizzare le droghe leggere. In Italia è un argomento impronunciabile. Le istituzioni non se ne occupano, i nostri media non se ne occupano". Poi la spiegazione: "Legalizzare non significa incentivare, ma sottrarre mercato alle mafie. La legge sull'aborto fece sparire quasi del tutto gli aborti clandestini, un apolitica di legalizzazione toglierebbe ricchezza ai criminali". E la chiusa politica, che non poteva certo mancare: "Maurizio Prestieri, ex boss di Secondigliano ora collaboratore di giustizia, mi disse una volta durante un'intervista con tutto il fumo che i ragazzi alternativi napoletani compravano da noi, sostenevamo le campagne elettorali del politici di centro destra". Alla fine si fuma pure l'ideona e la butta in politica... Come al solito.