Ministeri, società pubbliche, organi di controllo: con le tasse manteniamo un milione di persone

La sovrabbondanza del sistema istituzionale ci costa 23,2 miliardi all'anno. Ecco l'esercito pubblico legato alla politica

Ministeri, società pubbliche, organi di controllo: con le tasse manteniamo un milione di persone

I costi della politica, diretti e indiretti, ammontano a 23,2 miliardi di euro tra funzionamento di organi istituzionali, società pubbliche, consulenze e costi "derivanti dalla sovrabbondanza del sistema istituzionale". Una somma che, stando alle stime della Uil contenute nel terzo rapporto I costi della politica, costa 757 euro medi annui per contribuenti, circa l’1,5% sul prodotto interno lordo. "Un milione di persone vivono di politica, quasi il 5% della forza lavoro - ha detto il segretario del sindacato, Luigi Angeletti - ridurre questo numero si può anche attraverso una riforma della Costituzione".

"Le entrate che finanziano i costi della politica sono obbligatorie - ha denunciato Angeletti - sono tasse che ogni cittadino deve versare". Come spiega bene il rapporto della Uil, per il funzionamento degli organi istituzionali (Stato centrale e autonomie) nel 2013 si spendono oltre 6,1 miliardi di euro, in diminuzione del 4,6% rispetto al 2012. Per le consulenze, invece, vengono sborsati 2,2 miliardi di euro, mentre per il funzionamento degli organi delle società partecipate escono 2,6 miliardi di euro. Per coprire le spese di auto blu, personale di "fiducia politico" e direzione Asl vanno in fumo 5,2 miliardi di euro. Il sovrabbondante sistema istituzionale ci costa 7,1 miliardi di euro. "Una somma pari a 757 euro medi annui per contribuente, che pesa l’1,5% sul pil", chiosa lo studio.

"Ci sono oltre 1,1 milioni di persone che vivono di politica, non ce lo possiamo più permettere - ha spiegato Angeletti - abbiamo perso un milione di posti di lavoro ma neanche un assessore". L'esercito di parlamentari, ministri, amministratori locali è di 144mila persone. A questi si aggiungono gli oltre 24mila consiglieri di amministrazione delle società pubbliche, oltre 45mila persone negli organi di controllo e 39mila persone di supporto degli uffici politici. Infine, ci sono 324mila impiegati cosiddetti di "apparato" (portaborse, collaboratori di gruppi parlamentari e consiliari, segreterie) e 524mila persone che hanno contratti di consulenze e incarichi.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti