Monti sceglie il silenzio ma preme per il dietrofront

L'entourage del premier lavora sotto traccia per ammorbidire la linea dura di Berlusconi. Dal Professore nessun commento

Roma - Il gelo di Palazzo Chigi nei confronti dell'ultima zampata berlusconiana si traduce in un blindatissimo «no comment» alle parole del Cavaliere. La situazione, sebbene molto tesa, è ancora molto confusa e il premier non vuole certo dar vita a un botta e risposta con il Cavaliere. Il «momento è troppo incerto» ammettono fonti governative, facendo intendere che Monti attenda una sorta di correzione di tiro da parte di Berlusconi.
In fondo il Cavaliere ha soltanto minacciato di riconsiderare la fiducia al governo, cosa che peraltro ha già fatto in passato. Non solo: anche Bersani ha lanciato messaggi bellicosi per cercare di tirare il governo dalla sua parte. Insomma, magari Berlusconi ha dato fuoco alle polveri sull'onda dell'ira funesta dopo una condanna che ritiene assurda e profondamente ingiusta. Una pistola carica sul tavolo, puntata sul governo, da cui tuttavia non è partito alcun colpo. Ma la rivoltella, questa volta, ha il cane alzato; e non è escluso, anche se dal governo tengono la bocca cucita, che in queste ore siano partite frenetiche telefonate diplomatiche per far pressioni sul Cavaliere. E convincerlo all'ennesima rettifica sulla lealtà data al governo. Naturalmente il personaggio chiave dell'operazione moral suasion resta Gianni Letta, da sempre l'uomo che tiene i canali aperti con il Quirinale. Proprio Napolitano, ieri, ha incrociato il premier nella basilica di Santa Maria degli Angeli, in occasione dei funerali del caporalmaggiore Tiziano Chierotti, ma del breve colloquio intercorso tra i due nulla trapela. Probabile, tuttavia, che nelle stesse ore si siano alzate in volo le colombe pidielline per scongiurare lo strappo definitivo. In effetti ci sono segnali evidenti che dimostrano come la posizione strong del Cavaliere non venga sottoscritta dall'intero partito. E anche se arrivasse l'ordine di staccare la spina all'esecutivo, non tutti i pidiellini sarebbero disposti a eseguirlo.
Di sicuro la situazione s'è ingarbugliata e l'azione del governo Monti risulta alquanto impantanata. Non solo a causa della linea ondivaga del Pdl, posto che appena una settimana fa era stato Bersani a minacciare il governo di non votare la legge di stabilità. Insomma, il Professore si sente sulla graticola ma soprattutto teme che tutti gli sforzi fatti fino a ora da Palazzo Chigi possano essere vanificati da quella che ritiene essere una campagna populista. Se anche il premier ammette che molte delle sue misure abbiano effetti recessivi sull'economia, è però ancora convinto che non si possa allentare la cinghia del rigore. Per cui mal sopporta le proposte berlusconiane sul dietrofront all'Imu, sull'attenuazione del potere di Equitalia e le vibranti accuse nei confronti della Germania della Merkel. Sono le cosiddette «politiche creative» che continuano a preoccuparlo, a prescindere dallo stato di salute del suo governo.
Ma c'è un altro campanello d'allarme che trilla forte nelle orecchie del premier e si chiama «grande palude»: ossia una lunghissima ed estenuante campagna elettorale che duri sei mesi, senza che all'orizzonte si veda lo spiraglio di un esito certo e - agli occhi del premier - auspicabile. Monti continua a vedere il diluvio dopo di sé, scatenato dalle nubi populiste che hanno nomi ben precisi: Grillo, Vendola e, da qualche giorno, anche Berlusconi. Ecco perché qualcuno non esclude l'opzione: scioglimento anticipato delle Camere, elezioni, presa di coscienza dell'ingovernabilità totale e Monti bis. Ma visto che nel partito di maggioranza relativa, il Pdl, continua a regnare il caos, la parola d'ordine è nervi saldi. E silenzio.
L'unico a parlare è il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini: «Capisco lo stato d'animo di Berlusconi ma non ho l'ansia che il Parlamento stacchi la spina, non ho il respiratore artificiale e so respirare da solo... - dice con ironia - Berlusconi ha parlato di pressione fiscale e recessione. Ma non è giusto pensare che il governo sia un assatanato tifoso delle tasse».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di paola29yes

paola29yes

Lun, 29/10/2012 - 08:47

monti ha smesso di vedere la luce, forse! "Non è giusto pensare che il governo sia un assatanato tifoso delle tasse", questa è bella,cos'è? La confraternita delle dame della carità! Stiano zitti e vadano a casa, cominciando dal vecchio del colle.

Silvano Tognacci

Lun, 29/10/2012 - 08:52

se questa volta il Cavaliere tornerà indietro più nessuno sarà al suo fianco

antiquark

Lun, 29/10/2012 - 09:17

"Non è giusto pensare che il governo sia un assatanato tifoso delle tasse" ????????????????????? Ma è l'unica cosa che ha saputo fare Monti è tassare. tassare e ancora tassare. Se lo tirate giù subito almeno ci risparmiamo qualche vitalizio, inoltre oggi siete TUTTI spacciati, visto che l' M5S sta crescendo, tra sei mesi sarete tutti extraparlamentari

Ritratto di kywest

kywest

Lun, 29/10/2012 - 09:52

Ma insomma cosa si aspettava questo triste fìguro. Ogni volta che ha preso la parola in un consesso economico in Italia e fuori, non ha mancato l'occasione per attaccare il governo precedente reo di tutti i mali italici ed oltre; ogni pazienza ha un limite. E poi lui, con tutti i suoi titoli che risultati può vantare? Uno spread che non si schioda dai 300pt; una recessione come mai si è vista in Italia; un'emorragia di posti di lavoro e una morìa di industrie senza fine; il carico fiscale più alto del mondo; una giustizia che mette sotto tutela tutto e tutti. Ma lui dice che se non fosse intervenuto il suo governo sarebbero successi sfracelli inenarrabili. Forse, ma siamo nel campo delle ipotesi. La realtà dei risultati del governo dei tecnici, invece, è sotto gli occhi di tutti e può essere descritta con una sola parola: DISASTRO.

Ritratto di florenceale78

florenceale78

Lun, 29/10/2012 - 09:53

Berlusconi deve chiedere scusa a Monti, perchè Monti si sta comportando da persona seria e per quanto la situazione sia difficile merita rispetto, è stato chiamato per dare una mano appunto che sta cercando di dare.

Ritratto di schiacciamo la casta.

schiacciamo la ...

Lun, 29/10/2012 - 09:54

voi di CASTA NOSTRA siete peggio dei LADRI DI PISA, ormai non avete più neanche il coraggio di metterci la faccia in prima persona facendovi scudo di rigor montis...un SISTEMA COMPLETAMENTE MARCIO,una CASTA truffaldina ed affarista dedita ad inciuci ed intrallazzi ed interessata unicamente alle poltrone, ai soldi ed al potere...ma il tempo dei giochini è ormai finito,GAME OVER!!! una risata vi seppellirà tutti, ZOMBIE che non siete altro!!!

meverix

Lun, 29/10/2012 - 09:56

I giudici, condannando il Berlusca, lo hanno fatto inc...are. Lui, per farsi da parte, vuole il salvacondotto giudiziario per se e le sue aziende, ma i pm non lo hanno ancora capito.

cgf

Lun, 29/10/2012 - 10:26

NO, non è vero che il governo sia un assatanato tifoso delle tasse? ha ragione, è anche colpevole di strapagare i propri inconcludenti ministri, aumentare il debito pubblico nonostante aver aumentato anche le entrate, creato nuovi poveri, tanti nuovi poveri, che altro? meglio che mi fermi qui

Ritratto di Tangibleman

Tangibleman

Lun, 29/10/2012 - 10:27

Al cavaliere nero non gli devi ronpere il c...ooooooo. Voi l'avete fatto incavolare per bene =) Good luck! (vi piaccioni gli inglesismi no?)

onurb

Lun, 29/10/2012 - 10:41

Mi chiedo cosa sarebbe successo, se il governo fosse un assatanato tifoso delle tasse. Per kywest: lei ha perfettamente ragione. Si è scordato di aggiungere che Monti, prima di assumere l'incarico, ha voluto una polizza assicurativa vita natural durante a spese di coloro che andava a bastonare con le tasse.

m.m.f

Lun, 29/10/2012 - 10:43

............chissà se monti legge o qualcuno per lui gli racconta i nostri post. certo che sentirgli ammettere di avere fatti degli errori e non fare nulla per rimediare cn la scusa della fretta non va bene..... ora se ne deve assumere le responsabilità fare qualche cosa che sia buono per il paese oppure fare le valigie e educatamente fare retro front..........

Rossana Rossi

Lun, 29/10/2012 - 10:46

Mandiamolo a casa questo pseudo-governo....non ha fatto altro che mettere tasse, non ha fatto nessun taglio di spese e oltre tutto il debito pubblico è pure aumentato. Mi spiegate qual'è stato il vantaggio? Forza Silvio buttali giù........

Ritratto di limick

limick

Lun, 29/10/2012 - 10:54

Via questa manica di tecnici improvvisati al servizio delle banche!! Non consegnamo il paese a quell'altro improvvisato di grillo e alla sua sinistra che reclama salario sociale e meno ore lavorative, quasi peggio di MONTI!! Quel conto lo pagheremo sempre noi soliti. Ultimo treno per il PDL.

cameo44

Lun, 29/10/2012 - 11:25

Il Prof. Monti dopo un lungo letargo forse si sta svegliando e riconosce che dal Suo esecutivo sono stati commessi degli errori megli tardi che mai ma ha lasciato l'opera a metà sostenendo di essere orgoglioso del suo operato questa tesi dimostra che è sor do e cieco visto che tranne da Napolitano e Casini piovono criti che da tutte le parti dai partiti che sostengono il governo da Confindustria Confcommercio Sindacati Banca d'Italia Corte dei Conti Famiglie di lavoratori e pensionati tutti a dire che la sua politica economica ha causato solo danni essendo stato capa ce solo a colpire le famiglie mentre tutti gli altri sprechi son tutti lì dalle macchine blu Mercedes BWV Audi i costi della politica e di tutti gli enti inutili con mega presidenti e con sigli di amministrazione che tanto ci costano ha solo tagliato risorse agli enti Locali che a sua volta tagliano servizi e au mentano la loro tassazione e nonostante tutti i sacrifici richiesti sempre ai soliti dato che le varie caste sono sempre esentate i problemi son tutti lì dallo spread che è stato dimo strato che non dipendeva nè da Berlusconi prima ne da Monti ora in compenso siamo in piena recessione con imprese che chiudono e licenziano con disoccupati e cassintegrati che aumentano i con sumi calano come il potere d'acquisto siamo ancora in attesa della tanto promessa cresceitalia ad oggi è crescituo solo il peso fiscale e non è finita con la legge di stabilità avremo un ulteriore balzello a detta di tutti tranne del Ministro Grilli che mente sostendo il contrario daltronte se mente il Prof. Monti può mentire anche un suo ministro

giosafat

Lun, 29/10/2012 - 11:33

E' bastato uno squittio di Berlusconi e tutti, dal colle in giù, già se la stanno facendo sotto. Figuriamoci se si mettesse a ringhiare....

fabiou

Lun, 29/10/2012 - 11:41

monti ladro. L IMU è una rapina. servo delle banche. speriamo che silvio o beppegrillo buttino giu questo governo vampiro

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 29/10/2012 - 11:44

Un altro che ha perso l'auricolare... La veritá lascia senza parole, a quanto pare... E poco importa se Berlusconi ritratterá o tempererá quanto affermato sabato. L'eco è troppo grande. L'unica reazione per sostenere Monti è l'aumento dello spread: come dire attenti. Peratanto: via Monti, via dall'Euro, dalla UE e stampiamo moneta. Spread vicino a zero.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 29/10/2012 - 12:05

Monti la smetta di lavorare per la Germania e cominci a pensare alla ripresa dell italia che avanti con le tasse da lui imposte, avanti non può andare: con la fiscalità imposta nessuno vorrà investire in Italia e i pochi italiani in grado di salvarsi se ne andranno: la sua bestiale presunzione ci sta portando alla morte finanziaria totale: la smetta e se ne vada perché lui di meglio non sa fare

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Lun, 29/10/2012 - 12:50

Adesso, monti, devi pensare al M5S oltre che a Berlusconi. In sicilia si è accesa una fiammella che alle prossime politiche potrebbe diventare un INCENDIO non solo i Sicilia. Vai a prendere consigli dalla tua Merkel ed anche dal Capo del Colle che dovrebbe rappresentare anche i poveri cittadini affamati e stuprati dalle tasse e supertasse.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 29/10/2012 - 12:56

Non temete. Silvio non è stupido e sa bene che il momento non gli è favorevole e poi deve riorganizzarsi. Monti rimarrà al potere fino alle elezioni, che si terranno alla scadenza naturale della legislatura. Quanto a cosa farà in concreto Berlusconi è difficile prevederlo: troppe sono le variabili e probabilmente al momento non lo sa neanche lui. Certamente non lo sa neppure Alfano, che del resto non lo capirebbe.

antonioamelio

Lun, 29/10/2012 - 13:34

Concordo in pieno con un commento precedente. Monti e i suoi aguzzini sono dei LADRI. Lui in prima persona meriterebbe la gattabuia per le porcate che ci ha propinato in onore della madre patria. Patria banca & c. ovviamente. A casa questo governo di incapaci e maldicenti sui giovani, via via, in tutto questo abbondante tempo messo a loro disposizione non hanno fatto altro che ammazzarci di tasse e non lo dico di certo io che sono un nulla, ma lo dicono tutti. E i vari batman di turno non sono stati scoperti per merito di monti ma per merito del grande lavoro della GDF.....

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 29/10/2012 - 13:38

..ehehehe.. Adesso vuol fare fare dietro front al cavaliere? Semplice: prima cosa chiuda il canale preferenziale con la vampira tedesca. I gesti di buona volontà non sono univoci, semmai biunivoci..

amedori

Lun, 29/10/2012 - 13:41

insomma secondo voi berlusca dovrebbe essere scemo? Come si fa ad appoggiare il governo monti e berlusconi si sarbbe fatto le leggi ad personam,che hanno ben utilizzato e tutte le coop del pci, Monti non si è fatto le leggi ad personam alla faccia del cacio cavallo, questo piuttosto che diminuirsi lo stipendio che immeritatamente prende da ex profio di economia ma analfabeta nella quota 90, sarebbe disposto e personalmente a tagliare la testa ad una PERCENTUALE RILEVANTE DI PENSIONATI. ADESSO PER MANGIARE VANNO A RAVANARE NEI MERCATI RIONALI E PIù IN Là qualcuno dei politici oggi in auge ci lascierà la ghirba. Se dio c'è andrà a finire così, non ci credete? Chiedete al giudice che vuol fare il partigiano.

a.zoin

Lun, 29/10/2012 - 16:34

È finita la pacchia-dittatoriale !!! 32.000.00 mila euro al mese !!! Mentre il Italia ci sono suicidi e la gente si indebita per tirare fine mese. All`inizio avevo fiducia nella sua persona ,Ma come me,ne ha delusi tanti. Si faccia le sue vacanze in Svizzera,e vada pure in Germania la Merkel le darà il benvenuto.

Ritratto di marcovinicio

marcovinicio

Lun, 29/10/2012 - 18:36

Berlusconi ha fallito l'occasione grande che gli abbiamo dato per fare dell' Italia uno stato moderno e liberale. Doveva tagliare le spese dello stato, eliminare l'assitenzialismo catto comunista, invece non ha fatto niente. Non ci serve una destra populista che dice fesserie abbiamo bisogno di chi la smette di farci pagare tasse tagliando le spese. Tagliamo la sanita' pubblica alla Obama, tagliamo, anche con i licenziamenti, le eccedenze nel pubblico impiego, mandiamo a casa i superburocrati strapagati (magistrati, dirigenti, professori universitari, generali, ambasciatori, questori, prefetti) e cosi' riduciamo le tasse alle imprese (non ai privati !!). Berlusconi oramai e' solo un vecchio inviperito che non e' capace di risolvere neanche i suoi problemi personali e se si toglie di mezzo tanto di guadagnato. Comunque se la destra italiana non candidera' un vero liberale con gli attributi, meglio rimanere a casa e non andare a votare.

Ritratto di thewall

thewall

Lun, 29/10/2012 - 18:40

Berlusconi non farà cadere il governo per diversi motivi: 1- le pensioni che i suoi parlamentari matureranno a fine legislatura, 2- il fatto che non avrebbe assolutamente una maggioranza nemmeno se la Lega tornasse ad allearsi col PDL 3- deve ricostruire la sua immagine, ma stavolta è molto difficile e servirà più tempo per farlo. Ha sostenuto il Governo Monti per mesi, contro la volontà degli elettori. Ora fa finta di essere incazzatissimo e di non volerlo più. La realtà è che se non dovesse difendere i propri interessi personali sarebbe in pensione da un pezzo perchè probabilmente nemmeno lui ha più voglia, ma soprattutto non sa bene da che parte sbattere la testa.