Penati: prescritta la concussione. L'ex sindaco di Sesto annuncia: "Ricorrerò in Cassazione"

Il processo va avanti per corruzione e finanziamento illecito ai partiti. L'ex presidente della Provincia di Milano rinuncia alla prescrizione

Penati: prescritta la concussione. L'ex sindaco di Sesto annuncia: "Ricorrerò in Cassazione"

Filippo Penati non sarà processato per concussione nell'inchiesta sul cosiddetto "Sistema Sesto", in cui l’ex presidente della Provincia di Milano ed ex sindaco di Sesto San Giovanni era accusato per presunte tangenti legate alle aree ex Falck e Marelli. Nella seconda udienza del processo con rito immediato, i giudici del tribunale di Monza hanno infatti deciso che il reato per cui era indagato è caduto in prescrizione. Restano valide però le accuse di corruzione e finanziamento illecito ai partiti.

"Come annunciato, già nei prossimi giorni, farò ricorso in Cassazione per annullare la sentenza di prescrizione voluta dai pm per i fatti di 13 anni fa", ha annunciato Penati.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento