Il piddino e quella consulenza alla sua ex società

Piemonte: 191mila euro di fondi pubblici a Contacta, di cui l’onorevole Portas era dirigente

Il piddino e quella consulenza alla sua ex società

Roma«Guardi, le dico che quei soldi sono spesi bene, se lei cerca una società seria che fa ricerche di mercato in Piemonte non è che ha molta scelta, eh» chiarisce l'onorevole del Pd Giacomo Portas, piemontese di origini sarde, pioniere dei sondaggi sotto la Mole e fondatore nel 2006 dei «Moderati», un movimento locale che ha eletto consiglieri comunali (anche a Torino) e regionali in Piemonte. Portas è il segretario dei Moderati, anche se alla Camera ci è arrivato col Pd, che il suo movimento appoggia nei vari consigli locali, dopo aver appoggiato Bersani anche alle primarie (ringraziato pubblicamente dal segretario Pd: «Un grazie ai Moderati di Portas!»).

Ebbene, succede che tra le spese pazze dei gruppi regionali in Regione Piemonte, l'occhio sia caduto su quei 210mila euro spesi in poco più di due anni (record assoluto in Regione Piemonte) dal monogruppo dei Moderati, ovvero dal solo consigliere Michele Dell'Utri («Non sono parente!» specifica sui manifesti elettorali), di cui la quasi totalità, 191mila euro, in consulenze per indagini demoscopiche chieste ad una società specializzata, la Voice Care srl. Secondo il consigliere Dell'Utri, pupillo dell'onorevole Portas, quelle ricerche da 191mila euro hanno un'utilità fondamentale: «È un lavoro di analisi mensile sul mio operato. Il call center della Voice Care contatta ogni volta 4.000 piemontesi anche per capire qual è di volta in volta il gradimento dei Moderati che rappresento in Regione». Ma se è opinabile spendere 191mila euro pubblici per sapere quanto piaccia il consigliere Dell'Utri ai piemontesi, la faccenda si fa ancora più curiosa quando si passa allo scanner la società che ha ricevuto da lui quella consulenza, cioè la Voice Care srl. L'azienda risulta infatti partecipata da un colosso delle ricerche di mercato in Piemonte, la Contacta spa di Torino. Una società che l'onorevole Portas, leader dei Moderati rappresentati in Regione da Dell'Utri, conosce molto bene. In effetti, nel suo curriculum si trova proprio la Contacta spa, di cui Portas è stato dirigente fino al 2008, cioè fino al momento della sua elezione in Parlamento. La Stampa di Torino lo ha definito «uno dei fondatori di Contacta», mentre al Fatto un annetto fa ha detto: «L'azienda che ho contribuito a fondare (La Contacta, ndr), di cui sono stato socio per anni e con cui ora continuo a collaborare». A noi offre la versione corretta: «Ho lavorato per Contacta, ma non ho quote o partecipazioni né in quella società né in Voice Care». Resta un dubbio quantomeno di opportunità: il consigliere regionale dei Moderati non poteva assegnare una consulenza da 191mila euro ad un'altra società di sondaggi, senza legami societari con l'ex ditta del suo mentore politico Portas? Anche perché l'intreccio non finisce qui. Se si consulta il sito della Contacta, ci si imbatte nel profilo del suo fondatore, l'ingegner Gabriele Moretti. E chi è? Guarda le coincidenze, l'amministratore delegato della Contacta è anche il capogruppo dei Moderati al Comune di Torino. E tra i quattro consiglieri dei Moderati di Portas, c'è anche Michele Dell'Utri, cioè il consigliere regionale che ha scelto, per una consulenza da 191mila euro (fondi pubblici ai gruppi regionali), proprio una ditta partecipata dalla Contacta del suo capogruppo Moretti e co-fondata dal leader dei Moderati e onorevole del Pd Portas. Moderati sì, ma anche spericolati.

Commenti