Elezioni Politiche 2013

Senato, centrodestra dietro Ma conquista le regioni chiave

Campania, Puglia, Lombardia, Veneto e Sicilia tutte in mano a Pdl e Lega. Così al Senato il centrosinistra non avrà la maggioranza

Il leader del Pdl Silvio Berlusconi durante l'incontro pubblico al Lingotto
Il leader del Pdl Silvio Berlusconi durante l'incontro pubblico al Lingotto

Campania, Puglia, Lombardia, Veneto e Sicilia. Sono le cinque regioni chiave che, con un testa a testa così serrato tra centrodestra e centrosinistra e con una legge elettorale che prevede un premio di maggioranza regionale per il Senato, potrebbero essere determinanti per la formazione della maggioranza a Palazzo Madama.

E al momento sarebbero tutte in mano alla coalizione formata da Pdl e Lega. Saldamente. Secondo i dati in tempo reale, quando in tutta Italia sono state scrutinate circa 40mila sezioni su circa 60mila, il centrodestra stacca il centrosinistra di quasi 10 punti (38,78% a 29,34%), mentre in Veneto il divario è di 7 punti (32,54% a 25,49%). Alla coalizione guidata da Berlusconi vanno anche Campania (36,71% a 29,58%) e Puglia (34,45% a 28,45%). Non c'è neanche partita, invece, in Sicilia, dove Pd-Sel si piazzano solo al 27,7% e la battaglia è tra centrodestra (32,84%) e MoVimento 5 Stelle (29,51%)

Commenti