Sicilia, è guerra aperta tra Crocetta e Pd

Il partito contro un'intervista in cui il governatore accusa il Pd di volere il rimpasto per le poltrone: "Dovevamo incontrarci"

Sicilia, è guerra aperta tra Crocetta e Pd

C'è aria di crisi nella Regione siciliana, con Pd e Rosario Crocetta ai ferri corti per delle dichiarazioni rilasciate dal governatore a Repubblica.

"Siamo indignati col presidente Crocetta", ha detto il segretario del Partito democratico Giuseppe Lupo alla fine di una riunione nella segreteria regionale. "Per il metodo delle comunicazioni a mezzo stampa, quando avevamo convenuto di incontrarci, e per il merito delle sue dichiarazioni, secondo cui il Pd pone il tema del rimpasto per una questione di poltrone".

Nel corso della riunione, a cui hanno preso parte esponenti delle diverse correnti del partito, in molti hanno sottolineato che è difficile ricucire la frattura, a una settimana dalla direzione regionale. In particolare, non convince il partito la posizione di Crocetta che esclude la possibilità di inserire in giunta deputati regionali. Nel corso della direzione sarà sicuramente riproposto il tema della compatibilità tra l’appartenenza del governatore al Pd e l’iperattività del suo Megafono. Nelle scorse settimane i garanti nazionali avevano posto un ultimatum, al momento disatteso. Dal 19 al 22 settembre a Catania si svolgerà il primo "MegaForum" al quale sono annunciati, ministri, sindaci e industriali.