Diritti gay, l'apertura di Berlusconi e il dibattito nel centrodestra

Dopo l'apertura di Berlusconi s'intensifica il dibattito sulle unioni civili all'interno del centrodestra. E non solo

Berlusconi ha aperto alle unioni civili con una frase molto chiara: "Quella per i diritti civili degli omosessuali è una battaglia che in un Paese davvero moderno e democratico dovrebbe essere un impegno di tutti. Da liberale, ritengo che attraverso un confronto ampio e approfondito si possa raggiungere un traguardo ragionevole di giustizia e di civiltà". Il significato è chiaro, scrive il Mattinale (la nota politica redatta dallo staff del gruppo Forza Italia alla Camera): al centro ci sono i diritti delle persone, che valgono per tutti, e non possono essere compressi sulla base delle inclinazioni sessuali. Guai, dunque, all'intolleranza e alla discriminazione. E nessuna penalizzazione per chi convive con persone del proprio stesso sesso. Qualcuno si è sorpreso, parlando di una clamorosa rivoluzione tra gli azzurri. Il Mattinale, però, non è d'accordo: "Nessun rovesciamento di prospettiva. Tutte le persone sono uguali. Hanno identici diritti. Guai se non fosse così. Che cosa comporta questo? Un accoglimento di istanze elementari che sanciscano diritti e doveri delle coppie di fatto. Senza che questa definizione di status sociale costituisca una relativizzazione del primato della famiglia naturale e dell'obbligo dello Stato di sostenere quelle con figli, specialmente se numerosi. Nessuna messa in questione o addirittura un ribaltamento dunque - spiega il Mattinale - dell'articolo 29 della Costituzione ("La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio") e dell'articolo 31 ("La Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l’adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose")".

Ovviamente si è aperto il dibattito. E non poteva essere altrimenti. Sull'argomento intervengono tutte le forze politiche. Vediamo come la delicata questione viene vista all'interno del centrodestra.

"Per quanto mi riguarda - dice Maurizio Gasparri (Fi) - mi sento ampiamente rassicurato da quanto mi ha detto Berlusconi, affermando di essere assolutamente contrario a matrimoni o ad adozioni gay". E aggiunge: "Del resto, una coppia gay con diritto all’adozione rischierebbe di alimentare il turpe commercio degli uteri in affitto, la forma più abietta di materialismo e di sottomissione del corpo delle donne usate a pagamento per fare figli da immolare all’egoismo altrui. Per quanto riguarda la discussione sui diritti, siamo ovviamente tutti attenti, anche se spesso - prosegue il vicepresidente del Senato - non si riesce a comprendere esattamente di cosa si parli, essendo ampiamente riconosciuti, nella corretta applicazione del diritto civile, ampi diritti per ciascuno, a prescindere dagli orientamenti sessuali". "Quanto agli aspetti previdenziali, poi, suggerirei di informarsi - sottolinea Gasparri - presso esperti autorevoli come Giuliano Cazzola, uomo proveniente dalle file della sinistra sindacale, che ha spiegato i guasti che potrebbero essere causati da un uso strumentale dei matrimoni gay sulle pensioni di reversibilità. Per il resto, credo che il compito prioritario del centrodestra - aggiunge - sia quello di difendere la famiglia composta da uomo e donna e orientata alla nascita di figli. C’è bisogno di introdurre il quoziente familiare, di promuovere tutele fiscali. Non è urgente abbandonarsi a stravaganze. Mi stupisce il silenzio di molti che nel mio partito, pronti a fare la rivoluzione per le primarie di Canicattì o di Pioltello, non avvertono il dovere di dire qualcosa. Stiano tranquilli. Confermo a tutti coloro che esitano a manifestare in pubblico il loro pensiero privato che Berlusconi è contrario a matrimoni e adozioni gay".

"Una forza modera e riformista ha il dovere di confrontarsi sul tema, delicato, dei diritti civili", sottolinea il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro. "L’approccio deve essere aperto perchè si rischia di non affrontare e risolvere le questioni - aggiunge - bene allora il tema, così come posto da Berlusconi. Una cosa sono i diritti individuali che vanno, di fatto, tutelati e nessuno pensa di creare attorno alle unioni di fatto un nuovo istituto familiare".

Eugenia Roccella, deputata del Nuovo centrodestra, punta il dito contro il leader di Forza Italia."Dispiace vedere che anche Berlusconi si unisce al coro bacchettone del politicamente corretto sulle unioni gay. Cosi facendo, sconfessa le posizioni assunte dal Pdl nel passato e cede alla tentazione della subalternità culturale alla sinistra, abdicando ai principi liberali". "Il nostro partito, l’Ncd, resta ancorato alle affermazioni di Alfano - prosegue Roccella - che ha sempre distinto fra diritti individuali degli omosessuali e riconoscimenti pubblici simil matrimoniali, confermando la nostra fedeltà al dettato costituzionale".

"Sono assolutamente d’accordo, lo dico da militante di Forza Italia ma soprattutto da cattolico, sull’impostazione data dal presidente Silvio Berlusconi alla questione del riconoscimento dei diritti civili degli omosessuali. Berlusconi ha chiesto un dibattito "ampio e approfondito" per raggiungere »un traguardo ragionevole di giustizia. Parole caute in cui possono, e dovrebbero, riconoscersi quanti hanno a cuore lo spirito liberale di Forza Italia e in cui non possono avere difficoltà a riconoscersi quei cattolici affrancati dal collateralismo fra Chiesa e politica, insomma quanti non sono clericali". Lo afferma Osvaldo Napoli, esponente di Forza Italia. "Chi pensa di strumentalizzare le parole di Berlusconi e di iscriverlo d’ufficio nella schiera dei cattolici rinunciatari dice il falso e sa di dire il falso. Un traguardo ragionevole di giustizia - prosegue - è un’espressione prudente che non apre a nessuna rivoluzione civile o dei costumi, ma intende semplicemente sollecitare un dibattito approfondito e non strumentale su una questione civile che esiste".
"Sono da sempre a favore dei diritti gay e sono lieta che nel movimento Forza Italia - dopo l’apertura del presidente Berlusconi - ci stiano arrivando più o meno tutti". Lo ha affermato in una dichiarazione la parlamentare azzurra Laura Ravetto in merito al dibattito in corso sul riconoscimento di diritti civili per le coppie gay.

"Garantire i diritti costituzionali con una legge che tuteli le unioni tra omosessuali come forma di stabile convivenza tra due adulti". Un plauso a Berlusconi viene da Michela Vittoria Brambilla, responsabile del Dipartimento per il sociale e la solidarietà di Forza Italia. La deputata forzista ricorda che "la nostra Costituzione, oltre a sancire il principio di eguaglianza, tutela i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalita". Con la sua dichiarazione di ieri "il presidente Berlusconi ha ricordato a tutti che è necessario garantire l’effettività di questi precetti, indipendentemente dall’orientamento sessuale dell’individuo".

Mariastella Gelmini si dice "a favore di una battaglia contro ogni forma di discriminazione e a favore di un allargamento dei diritti civili. Personalmente sarei contraria se ci fosse sul tavolo una proposta di allargare le adozioni alle famiglie omosessuali o di equiparazione delmatrimonio tradizionale al matrimonio omosessuale. Credo che l’allargamento dei diritti sia assolutamente un fatto positivo - ha detto Gelmini - e ci sono in parlamento progetti di legge proposti anche da esponenti di Forza Italia, ma non penso che si debba arrivare fino alriconoscimento del diritto di adozione, perché in discussione ci sono anche i diritti dei minori".
Decisamente contraria all'apertura di Berlusconi è la Lega Nord. "No, non mi è piaciuta l’uscita di Berlusconi - dice Matteo Salvini - sbaglia, non è così che si costruisce una coalizione. Dopodiché io sono disposto a parlare di diritti ma la mia posizione personale è che il matrimonio è tra un uomo e una donna, le adozioni le fanno un uomo e una donna e un bambino deve avere una mamma e un papà".

Commenti

El Chapo Isidro

Lun, 30/06/2014 - 17:09

L'ipocrisia del pregiudicato berlusconi e di farsa italia sono senza limiti, l'ammuffito di arcore sarebbe capace di di profanare la tomba della madre per qualche voto in più!!!

Ritratto di FarsinaPiddua

FarsinaPiddua

Lun, 30/06/2014 - 17:11

viva i diritti dei gay e dei transgender, viva berluscono

Ritratto di spectrum

spectrum

Lun, 30/06/2014 - 17:13

e' finita, si diano ai gay gli stessi diritti della famiglia nautrale formata da uomo e una donna che disintegro la tessera di forza italia. Le due tipologie di famiglie non sono uguali, e mai lo saranno malgrado le vostre leggi infami, che daranno alla fine piu privilegi ai gay, che non generano ma mettono il piffero nel buco a fini goderecci, che alle famiglie naturali formate da uomo e donna, che fanno figli in mezzo a mille problemi e mille sacrifici in tempo di crisi.

michetta

Lun, 30/06/2014 - 17:19

Comunico ai forunisti, che io, la mia famiglia, i miei amici e colleghi tutti, siamo di quelli che hanno preso cappello, penna ed irruenza, spedendo al Giornale lettera adeguata per il signor Berlusconi, la Pascale ed anche Feltri, che pero', a quanto pare, non hanno ricevuto, in quanto, non siamo stati pubblicati affatto. Ribadiamo comunque, ancora, su altro articolo dello stesso tenore, anche se parzialmente smussato, di non essere d'accordo affatto con principi, che cercano solamente di accattivarsi simpatie, non condivise affatto da noi, veri liberali e veri amici della Natura. Se poi la vogliamo dire veramente tutta, Berlusconi, doveva prendere cappello quando segnalammo, le vicissitudini di nostro figlio, che si vide togliere il posto di vincitore, in graduatoria, appena regolarmente raggiunto, da una parente di un suo ministro di allora in quel di New York (Biondi docet)......Soprattutto quello, era ed e', ancora oggi, un diritto da difendere con i denti, da un Presidente del Consiglio e/o premier di partito, al quale ci si rivolse allora e ci si rivolge ancora OGGI! Diritti di alcuni e quisquilie per altri. Appunto! Cerchiamo di stare calmini. Comunque, Forza Italiani, stiamo in campana, perche' altrimenti o di qua' o di la', si finisce tutti al macero!

ConteMascetti

Lun, 30/06/2014 - 17:19

Anche Berlusconi è andato. Davvero deludente questa sua apertura ai gay. Sembra che ci sia un potere gay più o meno oscuro che riesca a ricattare i politici. L'ultimo baluardo della moralità rimasto su questa Terra sembra essere la Russia.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 30/06/2014 - 17:23

un motivo in + per votare Lega o meglio evitare di farlo

Ritratto di spectrum

spectrum

Lun, 30/06/2014 - 17:28

Amici di Forza Italia, che credevate in Berlusconi, ho paura sia finita. La sinistra ha fatto ben di piu di sbattere in galera Berlusconi, sta riuscendo, tramite la casa famiglia, a plasmare il nemico facendogli assimilare dolcemente (tra un caffe en po di musica) ideologie prevalentemente di sinsitra. Questa sacra allenaza con Renzi, le idee che cambiano, i diritti che dalle famiglie naturali passeranno ai gay, .. si piano piano, la sinistra ha messo in pratica un piano ben piu diabolico di sbattere berlusconi in carcere.

un_infiltrato

Lun, 30/06/2014 - 17:30

Ok, tanto di chapeau! Sono d'accordo ma... visto che Silvio se ne occupa solo "oggi"... mi viene spontaneo dire... "quant s' n'anna fà pè campà". Comunque, come dicevo, ok !

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Lun, 30/06/2014 - 17:33

La cosa più penosa è vedere i maggiorenti forzitalioti che improvvisamente, sull'onda dell'impascalito Silvio, si scoprono paladini dei diritti dei gay. Al ridicolo, decisamente, non c'è limite.

Ritratto di danutaki

danutaki

Lun, 30/06/2014 - 17:33

Hanno già messo il cartello "CHIUSO" all'ingresso delle sedi di FI ?? Dovrebbero cominciare a farli stampare !!!

Abraracourcix

Lun, 30/06/2014 - 17:36

Avere passato qualche mese lontano dai "palazzi" ha fatto gran bene a Silvio Berlusconi. Questo gli ha permesso di riflettere a mente fredda sul suo trascorso politico-amministrativo dal 1994 fino ad oggi, di riprendere il contatto con il mondo reale, e soprattutto di rendersi conto di che tipo di persone l'hanno contornato in tutti questi anni.

tormalinaner

Lun, 30/06/2014 - 17:36

Caro Berlusconi dopo venti anni di fedeltà devo lasciarti, vedo che la lobby Gay/Trangender illiberale e repressiva ha avuto la meglio sul mio partito. Cambio partito perchè amo troppo la libertà e non voglio cadere sotto il giogo del pensiero unico LGBT, che è l'anticamera del totalitarismo e della repressione. Quello che stà succedendo contro le "sentinelle in piedi" dovrebbe fare riflettere.

Atlantico

Lun, 30/06/2014 - 17:41

Mi aspetto quanto prima che Berlusconi, dopo le barzellette sul gay ammalato di AIDS che doveva fare le sabbiature per abituarsi ad essere seppellito in quanto prossimo a morire, passi presto a barzellette contrarie che prendano per i fondelli gli eterosessuali. Poche volte si è visto uno 'spettacolo' più ipocrita di questo. Ma gli italiani ormia non ci cascano più molto facilmente.

mila

Lun, 30/06/2014 - 17:43

Vogliono soprattutto la pensione di reversibilita' e cose simili. Tanto tra pochi anni lo Stato italiano non sara' in grado di pagare nessun tipo di pensione a nessuno e il problema sara' risolto.

Holmert

Lun, 30/06/2014 - 17:45

El Chapo Isidro, beato lei, forse crede che Renzi undertaker sia diverso dagli altri? Oggi dice una cosa e domani ne fa un'altra e va ficcando le mani nelle tasche degli italiani per racimolare qualche euro da dare ai fancazzisti italici, togliendo a chi fa il mazzo? Che differenza c'è, visto che lei se la prende sempre con Berlusconi, che almeno di suo dà lavoro almeno a migliaia di famiglie ed ha permesso a tanti show man di affermarsi in campo nazionale ed ha portato il Milan a grandi fasti calcistici? E lei ,uno così lo ritiene un nulla? Forse politicamente, perché quando era al potere non ne ha saputo approfittare? Se è così potrei ,dico potrei, darle un po' di ragione, altrimenti ritengo che lei non abbia capito una beata mazza di chi siano i parassiti e chi tira la carretta.

macchiapam

Lun, 30/06/2014 - 17:46

Iniziativa di pura facciata, ad benevolentiam captandam. Non sarebbe meglio dedicare tempo e sforzi ai problemi ben più gravi che affliggono l'Italia?

marcosol

Lun, 30/06/2014 - 17:46

Gli omosessuali non hanno bisogno di Berlusconi ne dei suoi ipocriti lacché, che rinnegherebbero la propria madre pur di compiacere il loro padrone. Padrone perchè sono cani scodinzolanti senza attributi. Più passa il tempo più mi convinco che il problema del CDX non è Berlusconi, che resta un capace politico ed un lungimirante imprenditore, ma la schiera di nullità che gli girano intorno. Il migliore di loro vale meno di una caccola sotto la scarpa di Berlusconi.

Atlantico

Lun, 30/06/2014 - 17:46

Non ho dubbi che il direttore Sallusti entro due o tre giorni al massimo pubblichi un articolo sulla 'lobby gay' che ha preso tanta influenza in Forza Italia. Non ho proprio dubbi in merito !

m.nanni

Lun, 30/06/2014 - 17:49

riflettendo un pò, sono giunto a questo ragionamento. che Feltri e la Pascale possono iscriversi a tutte le associazioni che vogliono, e ciò non deve diventare una dritta politica. mentre Berlusconi ha parlato di "diritti dei gay" e non di matrimonio gay. quindi non occorre che ci spaventiamo quando un leader politico parla di riconoscimento di diritti, che è diverso di negarli. quindi dove sta il problema? che i diritti dei gay, cui non bisogna negarli, non devono calpestare altri diritti tradizionali quali quelli di creare una famiglia e procreare figli. si salvaguardi, si protegga e si valorizzi la famiglia tradizionale senza soccombere all'avanzata gay. se poi si vuole deprezzare la famiglia tradizionale al rango delle unioni gay, per non sentirli discriminati(le unioni gay) e Berlusconi non chiarisse le differenze, deve capire che anche FI verrà equiparata al rango di Sel.

nonna.mi

Lun, 30/06/2014 - 17:53

Ho già detto quello che penso stamattina. Quelli che approverebbero in pieno l'equiparazione delle Unioni Gay al Matrimonio imposto dalla Natura specialmente nella possibilità della continuazione normale della Specie umana,credono di essere "moderni" in nome di una falsa Libertà? Troppo semplice definirci "bigotti"! La Natura alle volte si ribella contro la presunzione degli umani,senza voler citare il Diluvio Universale ma altre catastrofi abbastanza paurose. Myriam Attendo improperi che sopporterò molto volentieri.

frankdenis

Lun, 30/06/2014 - 18:01

Mi chiedo se Berlusconi abbia fatto correttamente i conti ? Forse guadagnerà qualche voto fra i diversamente uguali rispetto a me, ma sicuramente perderà molti voti fra quelli come me ( che auspico tuttora essere in maggioranza, giusto per la ssopravvivenza del genere umano ! )

Massimo

Lun, 30/06/2014 - 18:02

L'hanno fatta fuori dal vaso e adesso cercano (inutilmente, perchè è venuta meno la fiducia) di mettervi una toppa. L'unico programma per gli omo accettabile per un elettore di Centro Destra è un programma di cure e di ricera.

vilo55

Lun, 30/06/2014 - 18:04

Mancando il terreno sotto i piedi ora il sig.B si scopre a favore dei gay , vuole pescare ovunque ,sarebbe disposto a tutto pur di avere un maggiore visibilità e per un ipotetico pugno di voti in più . FI unitamente al suo CAPO ( volutamente non leader , perché il leader si può mettere in discussione , il capo no ) stanno cadendo veramente nel ridicolo

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Lun, 30/06/2014 - 18:06

@ el chapo isidro --- Il pd, per i voti di gay, animalisti, transransgender (luxuria è roba di sx), matrimoni tra sessi uguali, pryde vari ........ ha profanato ben altro.... Scusa, mi sono dimenticato le TASSE ......... Altra profanazione.

Mr Blonde

Lun, 30/06/2014 - 18:08

Ogni tanto silvio si ricorda di essere liberale; comunque aspettiamo chiarimenti e che non dica di essere stato frainteso. Personalmente sono favorevole ad ogni tipo di apertura "civile" matrimoni eredità comprese purchè non si tocchino i figli e non perchè li credo pedofili ci mancherebbe ma perchè odio chi sceglie per altri

flip

Lun, 30/06/2014 - 18:11

berlusca| lascia perdere. E' meglio| non cercare di accaparrare voti con questi individui. Già ci pensa tutta la sinistra. Non mettiamoci al loro livello. Non mettiamoci anche noi a 90°. Oltretutto i c. sono anche tutti sinistronzi.

Cristina Ulcigrai

Lun, 30/06/2014 - 18:11

Sono rassicurata dalle parole di Maurizio Gasparri,sul pensiero di Silvio Berlusconi,sul tema degli omosessuali.Trovo interessante le riflessioni di Maurizio Gasparri sui vari aspetti dei diritti civili e dei diritti che nascono dal matrimonio.Una famiglia si basa,naturalmente su un uomo ed una donna(non lo dice solo la Chiesa,ma la natura)e i figli crescono guardando alla figura maschile-paterna e femminile-materna,con le sue diversità-caratteriali e fisiche.Tutti noi siamo figli di un papà e di una mamma.Qualcuno dice di essere figlio di papà,pure per cercare un posto di lavoro !Un saluto

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Lun, 30/06/2014 - 18:13

@ mila Lun, 30/06/2014 - 17:43 -Scrive: "Vogliono soprattutto la pensione di reversibilita' e cose simili. Tanto tra pochi anni lo Stato italiano non sara' in grado di pagare nessun tipo di pensione a nessuno e il problema sara' risolto." E HA PERFETTAMENTE RAGIONE, altro che riconoscimento dei diritti...... è solo CACCIA AL VOTO. Comunque perchè lasciare i voti alla sx? Anche loro NON sono convinti, sono opportunisti!

bastianomassaiu

Lun, 30/06/2014 - 18:15

Sono un elettore del centrodestra,anichè pensre a queste manifestazioni e cazzate varie dovreste pensare a salvaguardare i lavoratori (artigiani,piccoli commercianti ecc.),che piano piano state abbandonando,questo comporta il calo di voti e consensi di Forza Italia alle ultime elezioni..continuate così!

Mr Blonde

Lun, 30/06/2014 - 18:17

m.nanni credo che silvio aprendo sui diritti dei gay non possa non riferirsi che almeno ai matrimoni, se no di quali diritti parla? di baciarsi o di respirare o prendere i nostri stessi autobus?

Ritratto di QuoVadis

Anonimo (non verificato)

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 30/06/2014 - 18:22

Come al solito. Prima si dicono fesserie, con conseguente frittata, e poi si cerca di smussare gli angoli della questione precisando e sminuendo per incantare ancora noi polli. Ma avete fatto male i conti stavolta. Ormai la cosa è durata troppo. Parte dalle famose dimissioni di Silvio del 2011, del cui colpo di Stato, per non parlare degli altri, nessuno più chiede, all'interno di FI, conto ai responsabili continuando tutti i dirigenti di questo partito a dormire sonni che sembrano coma o sponsorizzando sciocchezze come l'ultima; continuando con l'abbraccio mortale a Monti, durante il quale si votarono le più grandi bestialità e nefandezze di quest'ultimo governo; ancora con le "larghe intese" con Letta l'inutile, quando a Silvio bastò come accordo di governo la parola dei sinistri, senza pretendere nemmeno una firma; per arrivare all'ultimo abbraccio mortale con Renzi il chiacchierone, per cui silvio ha fatto la sua ultima campagna elettorale. E si sono visti i risultati, D'allora Silvio e compagni non ne hanno fatta più una buona, portando magari avanti i programmi per cui erano stati eletti. Niente di tutto ciò. A questo punto e con l'ultima boiata di Silvio sono proprio stanco. La fiducia mia e dei miei familiari in Silvio Berlusconi è venuta meno dopo l'ennesima sponsorizzazione dei sedicenti diritti dei "diversamente abili sessualmente", come direbbero i sinistri vari in un linguaggio "politically correct", da loro tanto amato. Ormai il centrodestra, caro Silvio e dirigenti vari, lo state facendo a brandelli, se non lo avete già fatto. Ormai non ci incantate più. Dunque, muoiano pure Sansone e tutti i filistei.

Renee59

Lun, 30/06/2014 - 18:34

per me Forza Italia non esiste più.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 30/06/2014 - 18:36

Parla la Pascale e tutti i forzisti si mettono a starnazzare , praticamente tutto quello che è stato detto fino a tre giorni fa non è più vero. Allora o sbagliavate prima o sbagliate adesso.

Ritratto di FarsinaPiddua

FarsinaPiddua

Lun, 30/06/2014 - 18:46

cristina pUlcigrai, realtà o mito? :)

INGVDI

Lun, 30/06/2014 - 18:54

La depravazione assunta a valore. L'adeguarsi al pensiero unico che vuole distruggere la famiglia naturale formata da un uomo e una donna è indice della decadenza morale della nostra società, oramai anticristiana. Si creano delle leggi criminali e contro natura (vedi aborto, eutanasia...) per lenire ed eliminare i sensi di colpa dovuti a certi comportamenti. Perché non consentire allora anche la pedofilia? Avrà pur diritto un uomo maturo che le ha provate tutte a deliziarsi della presenza di un giovinetto, come era usanza nelle antiche civiltà greca e romana.

Luigi Farinelli

Lun, 30/06/2014 - 18:59

I diritti per gli omosessuali sono quelli garantiti dalla costituzione a tutti i cittadini. E' ora di finirla con i ricatti laicisti u spinta ONU e EU. Berlusconi si è giocato tutta la sua credibilità, plagiato dalla Pascale, Feltri, Paone e altri "consiglieri" da strapazzo. Forza Italia può confluire nel PD, tanto ormai Berlusconi è pappa e ciccia con Renzi. Questo non è più centro-destra, è un partito che è stato capace di omologarsi al pensiero unico e politicamente corretto per fini elettoralistici. Non credo che ne trarrà giovamento anzi, ne prevedo il tracollo. E chi se ne andrà da FI non saranno i traditori ma i traditi. E spero che questo mio terzo messaggio venga finalmente riportato.

marghera

Lun, 30/06/2014 - 19:21

In Italia i pensatori politici sono Grillo , Pascale, Salvini, Di Maio etc.... Chiedete loro di tirar fuori i loro curricula.

Linucs

Lun, 30/06/2014 - 19:41

Signori miei, qui ci troviamo di fronte a un'emergenza: l'unica cosa veramente contro natura è la torbida e mortifera dottrina del comunismo, unico fenomeno che davvero non ricorre in natura. Il matrimonio tra chiunque, purché ovviamente consenziente, è un semplice contratto privato che si rifà alla grande tradizione liberale. Il problema semmai è il matrimonio di Stato, che essendo unico e solo genera inutili dibattiti per poterne controllare il significato. Ai nostri fratelli omosessuali dico: il vostro passaporto vale già come quello di chiunque altro. Usatelo con profitto ed abbandonate la miserabile cloaca detta Italia.

abocca55

Lun, 30/06/2014 - 19:46

Renzi ringrazia il Cavaliere, per tutti quelli che saremo spinti via da FI.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 30/06/2014 - 19:54

DIO HA CREATO ADAMO ED EVA....NON ADAMO E ADAMO, SILVIO SVEGLIATI STAI DELUDENDO UN POPOLO INTERO.

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 30/06/2014 - 20:29

Ma per piacere lasciamo i culatoni patrimonio della sinistra......

angelovf

Lun, 30/06/2014 - 20:53

Ma che significa, un paese civile deve affrontare il problema GAY? Solo perché hanno approvate certe vergognose leggi a favore di persone, in maggioranza viziate e non perché la natura

luigi civelli

Lun, 30/06/2014 - 20:58

Silvio cambia idea a 180° e tutti i suoi famigli e clienti si scoprono repentinamente fervidi difensori dei diritti dei gay; comunque,meglio tardi che mai.

luigi civelli

Lun, 30/06/2014 - 21:02

Silvio, prossimo Presidente dell'Arcigay.

Dan SE17

Lun, 30/06/2014 - 21:08

@ConteMascetti : a Putin interessa ben poco cosa vuol fare le gente a letto. Trovare, o creare un nemico comune e' una delle tattiche piu' veloci ed efficaci per unire persone o popolazioni che di stare insieme non ne vogliono sapere. E anche per far passare inosservate mancanze della classe dirigente. Non mi spiego in nessun altro motivo perche' in Russia l'omosessualita' venga ritenuta piu' pericolosa dell'alcolismo. E Putin e' anche quello che ha messo le Tatu a cantare per l'inaugurazione dei giochi di Sochi. Due ragazze che hanno passato anni a baciarsi con la lingua su MTV e le televisioni di mezzo mondo.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 01/07/2014 - 00:54

Sono sempre dell'avviso che è improprio usare per le coppie omosessuali la terminologia in uso da migliaia d'anni per le famiglie che procreano e fanno andare avanti il mondo. SE SONO TANTO BRAVI SI TROVINO DEI TERMINI ADEGUATI ALLA LORO DIVERSA CONDIZIONE SESSUALE ED EVITINO DI DEFINIRE LA LORO COME UNA UNIONE MATRIMONIALE. SAREBBE PURA IPOCRISIA.

ric42

Mar, 01/07/2014 - 07:13

Capisco che si voglia raccattare i voti dei gay, ma questo per Forza Italia e tutto il centro destra, che dovrebbe essere il garante dei valori della famiglia e del buon senso, è un bumerang!

biricc

Mar, 01/07/2014 - 08:38

Certo, dopo che finalmente abbiamo risolto tutti i problemi dell'Italia ora è giusto occuparsi dei diritti dei gay. Non vado più a votare nemmeno sotto la minaccia delle armi.

pinux3

Mar, 01/07/2014 - 08:49

Bello il titolo dell'articolo "Ecco il PIANO di FI"...Poi vai a leggere e vedi che Gasparri e la Brambilla "interpretano" le parole di B. in modo esattamente OPPOSTO...Parafrasando Mao:"Grande è la confusione sotto il cielo (banano), la situazione è eccellente"...Ahahahahahah...

km_fbi

Mar, 01/07/2014 - 10:24

Per essere molto chiari, e non giocare con le chiacchiere, occorre elencare i diritti civili che sarebbero negati agli omosessuali nel nostro ordinamento. Non risulta che ce ne siano: ci sono omosessuali dappertutto, e fanno carriera probabilmente proprio per quello, perché hanno a favore anche l'arma di potere attribuire a chi li volesse ostacolare l'attestato di vessatore e discriminatore della loro categoria. Caro Silvio, è molto meglio se chiarisci con grande attenzione la tua posizione al riguardo, e quali sono i diritti degli omosessuali che ritieni siano attualmente conculcati e per i quali intendi batterti, perché se non sarai estremamente chiaro su questo argomento perderai moltissimi consensi.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 01/07/2014 - 11:10

A proposito, il "dibattito nel centrodestra" non va fatto tra Pascale, Gasparri e Brunetta, ma fra gli elettori del centrodestra. Forse con l'elezione di rappresentanti del popolo nominati dalle segreterie, avete dimenticato questo piccolo dettaglio. In democrazia è il popolo ad eleggere i propri rappresentanti, non i capi partito. Quindi non è importante ciò che pensa Brunetta, ma ciò che vuole il popolo di centrodestra. Non è il popolo che deve adeguarsi al pensiero di Brunetta, ma è Brunetta che deve rispettare la volontà degli elettori. E' un principio così elementare che non ha bisogno di spiegazioni. Per esempio, tanto per non andare lontano, conta (o meglio, dovrebbe contare) più ciò che scrivono qui i lettori di quello che pensa la Pascale che si iscrive all'Arci gay. Temo, però, che da molto tempo, l'opinione e la volontà popolare siano stati messi in soffitta, a favore di politici e stampa che sono convinti di essere in cattedra col compito di educare il popolo secondo le proprie idee. Conta più l'opinione di Brunetta di quella dei suoi elettori. Conta più il punto di vista del giornalista o dell'opinionista di turno che quella dei lettori. E' lo stravolgimento completo dei principi democratici. Poi ci si sorprende perché la metà degli italiani non va più a votare o vota per il vaffanculista Grillo o per il piazzista Renzi.