Il vero rottamatore della Leopolda è Pif

L'autore e giornalista: "Rosy Bindi si è candidata in Calabria e ha ammesso di non sapere nulla di mafia". E su Crisafulli: "Cacciatelo a calci nel sedere"

Il vero rottamatore della Leopolda è Pif

Il vero rottamatore della Leopolda si chiama Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif. Giornalista, autore del programma "Il testimone" e di un film sulla mafia che sarà presto nelle sale cinematografiche, è salito sul palco e ha letteralmente infiammato la platea. Cosa ha detto di così straordinario? Pif ha fatto un durissimo intervento sul tema della mafia e ha chiamato in causa da un lato Rosy Bindi - recentemente eletta alla presidenza dell’Antimafia - e dall'altro Mirello Crisafulli, candidato alla segreteria provinciale del Pd a Enna.

"Rosy Bindi si è candidata in Calabria e ha ammesso di non sapere nulla di mafia. Qualche giorno fa è diventata presidente della commissione parlamentare Antimafia", ha detto Pif. A quel punto dalla platea è partita una vera e propria ovazione. Su Crisafulli, vecchio pallino di Pif (che sul palco del Big Bang del 2011 e della Leopolda del 2012 aveva già tuonato contro il senatore democratico) il giornalista ha detto: "Come fa il Pd ad avere lui e a ricordare Pio Latorre? Cacciatelo a calci nel sedere".

Commenti